Mandava la bimba a rubare, anziché a scuola: denunciata madre croata

0
CONDIVIDI
Riomaggiore nelle Cinque Terre: bambina costretta a rubare, anziché essere mandata a scuola
Riomaggiore nelle Cinque Terre: bambina costretta a rubare, anziché essere mandata a scuola
Riomaggiore nelle Cinque Terre: bambina costretta a rubare, anziché essere mandata a scuola

LA SPEZIA. 6 AGO. Costretta ad andare a scuola di borseggio, anziché tra i banchi di scuola. Erano in undici fra ragazzini e ragazzine, sulla scia di alcuni turisti stranieri nei dintorni della stazione di Riomaggiore. Un branco di borseggiatori in erba, inclusa un’innocente bambina, indotta dalla madre croata a rubare.

Gli investigatori, allertati da turisti e residenti, hanno seguito le mosse della banda e li hanno denunciati. Poi, hanno scoperto che la bimba non era neppure iscritta all’anagrafe scolastico nazionale. In pratica, non aveva mai fatto un minuto di scuola in vita sua.

La denuncia è scattata nei confronti dei genitori. Si tratta della madre, una croata 41enne, e del padre di 44 anni, entrambi residenti a Genova. Dovranno rispondere di “inosservanza dell’obbligo dell’istruzione elementare dei minori” e abbandono di minori.

LASCIA UN COMMENTO