Malvivente marocchino curato al Galliera, ma fa il matto e scappa: arrestato

6
CONDIVIDI
Corniglia, cadavere ritrovato dai carabinieri dopo telefonata anonima
Malvivente marocchino viene curato al galliera e scappa: arrestato dai carabinieri
Malvivente marocchino viene curato al galliera e scappa: arrestato dai carabinieri

GENOVA. 2 AGO. I carabinieri del Nucleo Radiomobile, al termine di accertamenti, ieri hanno tratto in arrestato per “resistenza a pubblico ufficiale” e denunciato per  “lesioni personali aggravate  e violazione di domicilio” un marocchino di 35 anni, senza fissa dimora e con pregiudizi di polizia.

Verso le ore 20.30, i  carabinieri intervenivano  su richiesta del personale sanitario dell’ospedale “Galliera”, poiché lo straniero si era presentato con una ferita da taglio ad un braccio, poi giudicata guaribile in 10 giorni,  dando anche in escandescenze.

Nel frattempo, durante la medicazione, l’immigrato si allontanava, facendo perdere le proprie  tracce. Il fuggitivo, alle ore 22.30, in via Aspromonte, aggrediva peraltro un 76 enne genovese, mentre stava rincasando, allo scopo di nascondersi nel giardino e sottrarsi dalle ricerche dei militari.

 

L’anziano, trasportato al “Galliera”, veniva dimesso con una prognosi di 30 giorni per le varie contusioni riportate. All’una e trenta lo straniero veniva rintracciato e bloccato in piazza Dinegro, dopo lungo inseguimento a piedi, al termine del quale strattonava un carabiniere nel vano tentato di divincolarsi.

L’arrestato è stato associato al carcere di Marassi.

6 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO