Mai (Lega): 123mila euro per gli apicoltori

0
CONDIVIDI
La Regione vuole salvare l'apicoltura ligure
L’assessore Mai vuole salvare l’apicoltura ligure

GENOVA. 17 NOV. Campagne di sensibilizzazione a contrasto della vespa velutina, attività formativa per apicoltori, interventi sul campo, acquisto di arnie, di api regine e sciami. Sono alcuni dei principali interventi finanziabili con i 123 mila euro messi a disposizione dalla Regione Liguria con la delibera approvata oggi dalla giunta, su proposta dell’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai (Lega Nord) a favore del settore, per la campagna 2014-2015. I beneficiari sono i 1.752 apicoltori liguri e i 29 mila alveari presenti sul territorio.

“Siamo molto preoccupati – dice Mai – per lo stato di diffusione della vespa velutina che sta danneggiando pesantemente il comparto apistico soprattutto nel Ponente, ma non si esclude un ampliamento delle presenze di questo pericoloso insetto nel resto della regione. Con i fondi messi a disposizione  che saranno ripartiti mediante un apposito bando a cui potranno partecipare apicoltori singoli e associati è nostra intenzione sostenere campagne di sensibilizzazione per la segnalazione della presenza della vespa per attuare interventi preventivi, ma anche dare un supporto operativo concreto agli apicoltori liguri, in particolare quelli che in certi casi hanno perso il 50% dei propri alveari a causa della vespa, per attuare migliorie nella produzione e nella commercializzazione dei propri prodotti”.

Degli oltre 1.700 apicoltori liguri, la maggiore concentrazione si riscontra nella provincia di Genova (765  apicoltori, il 44% del settore a livello regionale, con 12.413 alveari), segue la provincia della Spezia (392 apicoltori e 5.863 alveari), Savona (356 apicoltori e 5.769 alveari), Imperia (239 apicoltori e 5.213 alveari). L’83% degli apicoltori liguri ha meno di 20 alveari.

 

 

LASCIA UN COMMENTO