Maggioranza Toti: ambulanza a pagamento per ubriaconi

7
CONDIVIDI
Tempi duri per ubriaconi e tossici: il centrodestra in Regioneper loro vuol far pagare il ticket sull'ambulanza
Tempi duri per ubriaconi e tossici: il centrodestra in Regioneper loro vuol far pagare il ticket sull'ambulanza
Tempi duri per ubriaconi e tossici: il centrodestra in Regione per loro vuol far pagare il ticket sull’ambulanza, è un deterrente

GENOVA. 26 GEN. «Introdurre l’obbligo di compartecipazione alle spese di trasporto in ambulanza per chi viene colto alla guida sotto effetto di sostanze stupefacenti e con tasso alcolemico superiore al consentito dal codice della strada può costituire un utile deterrente a stili di vita non sani e a comportamenti pericolosi per la comunità. Porteremo il testo nella commissione regionale competente per valutare i profili di costituzionalità della nostra proposta che per altro ricalca una delibera già adottata nel 2010 dalla Provincia autonoma di Trento».

Lo ha dichiarato oggi Alessandro Piana, capogruppo della Lega Nord in Regione Liguria, che ha presentato in aula una mozione per “chiedere al Governo di modificare la normativa vigente al fine di istituire una tassa sul trasporto in ambulanza a carico di chi viene soccorso perché ubriaco o sotto l’effetto di stupefacenti con lo scopo di devolvere i proventi a un fondo a favore delle vittime della strada e/o ad altre iniziative legate alla prevenzione”.

Pd e M5S si sono schierati contro la mozione, che è stata ritirata e sarà discussa in commissione nelle prossime settimane.

 

«Alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno visto cadere vittima di un conducente ubriaco e drogato un pensionato mentre aspettava il bus a una fermata di Genova Certosa – ha aggiunto Piana – pensiamo che sia più che mai necessario introdurre misure concrete per prevenire che episodi analoghi si possano ripetere. Stabilire una compartecipazione nelle spese di trasporto per chi mette scientemente a rischio la propria vita e quella altrui è un gesto di civiltà e rispetto verso tutte le innocenti vittime della strada. Dispiace che la minoranza non abbia votato questo provvedimento accampando pretesti a sfondo buonista che non tengono conto delle dimensioni reali del fenomeno degli incidenti causati da abusi di alcol e droghe. Pensiamo che la politica abbia il dovere di mettere in campo ogni misura che serva a prevenire comportamenti incoscienti e pericolosi, con senso di responsabilità e sensibilità verso chi ha perso un familiare che ha avuto l’unica colpa di trovarsi a una fermata ad aspettare un autobus».

 

7 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO