M5S: Toti declassa l’URP in Regione, niente più info e mugugni

0
CONDIVIDI
Mugugno ergo sum, ma Toti declassa l'Ufficio relazioni con il pubblico
Mugugno ergo sum, ma Toti declassa l'Ufficio relazioni con il pubblico
Mugugno ergo sum, ma Toti declassa l’Ufficio relazioni con il pubblico

GENOVA. 15 AGO. Depotenziato, declassato, infine accorpato. L’Ufficio Relazioni col Pubblico (Urp), primo anello di congiunzione tra la Regione e i suoi cittadini, è alle prese con una lenta, ma costante, operazione di “marginalizzazione” avviata dal governatore Giovanni Toti, sancita definitivamente dall’accorpamento con il progetto “La mia Liguria”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale M5S Alice Salvatore: “Peccato che il nuovo sportello si occupi di turismo. Niente a che vedere, insomma, con l’Ufficio Relazioni col Pubblico, che ha sempre trattato da vicino i problemi quotidiani dei cittadini: bandi, questioni amministrative, lamentele o semplici informazioni. Un vero e proprio termometro sociale, un connettore naturale tra politica e cittadini che ormai si è del tutto sfilacciato.

Solo nel 2015 sono stati 24mila gli utenti che si sono rivolti all’Urp. E, invece di potenziare ulteriormente il servizio, Toti e i suoi accoliti “fuggono” a Bocca di Magra in ritiro e lasciano i cittadini senza ascolto, senza informazioni. Senza un punto di riferimento chiaro a cui rivolgersi. Alla faccia del “palazzo di vetro” sbandierato dal centrodestra in campagna elettorale

 

Oggi un cittadino che volesse rivolgersi alla Regione non ha più uno sportello diretto a cui bussare, ma un semplice infopoint turistico, peraltro già ridotto nell’orario di chiusura: per le prime due settimane chiudeva alle 20, adesso alle 17, vista l’affluenza da prefisso telefonico dovuta anche all’inesistente promozione del punto.

Ecco l’idea che ha Toti del rapporto col cittadino: un fastidio, una voce da tagliare e ridurre all’osso, una seccatura da evitare in tutti i modi, sbattendo le porte in faccia ai liguri (come ha fatto negli scorsi giorni in Consiglio) o, peggio, depotenziando il servizio degli sportelli pubblici e tagliando, così, ogni contatto diretto con la cittadinanza”.

 

LASCIA UN COMMENTO