M5S sentinella dell’acqua a Casarza

0
CONDIVIDI
E' tornata l'acqua a Sanremo
E' tornata potabile l'acqua a Casarza Ligure, ma ilM5Svigila e non ci sta
E’ tornata potabile l’acqua a Casarza Ligure e Sestri Levante, ma il M5S vigila e non ci sta

GENOVA. 25 NOV. Lo scorso 11 luglio, nell’area della piazzola autostradale denominata Tangoni, vicino al territorio del Comune di Casarza Ligure, è avvenuto un incidente che ha coinvolto un’autocisterna che trasportava carburante. A seguito dello scontro, una quantità ingente di idrocarburi si è riversata nel terreno, penetrando la falda acquifera e contaminando l’acquedotto che rifornisce Casarza Ligure.

Secondo il M5S, le autorità locali non hanno mai ammesso che esista un legame tra l’incidente e la contaminazione, ma quel che è certo è che i controlli del 25 agosto hanno rilevato la presenza di MTBE in quantità tra l’1,8 e l’1,9 milligrammi/l, obbligando il Sindaco a dichiarare la non potabilità dell’acqua.

“Il Comune – dicono i consiglieri regionali del M5S – è immediatamente corso ai ripari, e dopo l’applicazione di filtri ha decretato la rinnovata potabilità dell’acquedotto. Tutto risolto? Neanche per idea: l’acqua che fuoriesce dai rubinetti talvolta si presenta ancora non trasparente e maleodorante. Lo stesso terreno adiacente lo sversamento, a distanza di mesi dall’episodio, continua ad emanare un fortissimo odore di idrocarburi, confermando che urge una soluzione estremamente più drastica. Il M5Sa Casarza Ligure, in Regione Liguria e in Europa vuole vederci più chiaro, e pretende che sia presto ristabilita la condizione di assoluta sicurezza per i cittadini. Con la salute non si scherza”.

LASCIA UN COMMENTO