M5S: sanità lombarda apprezzata per malaffari, non efficienza

0
CONDIVIDI
Il vicepresidente della giunta regionale Sonia Viale con l'ex ministro degli Interni Bobo Maroni: campagna anti truffe anche nelle Asl
Toti e la delfina di Bobo maroni, l'assessore alla Salute Sonia Vilae, nel mirino del gruppo regionale M5S: sanità lombardo non è un modello perché apprezzata più per malaffari che efficienza
Toti e la delfina di Bobo Maroni, Sonia Viale, nel mirino del gruppo regionale M5S: sanità lombarda non è un modello perché apprezzata più per malaffari che per efficienza

GENOVA. 16 FEB. “A poco più di 24 ore dalla presentazione del Libro Bianco sulla Sanità firmato Toti-Viale, ecco che arriva la notizia di un nuovo arresto in Regione Lombardia. Si tratta di Fabio Rizzi, il consigliere regionale leghista della Giunta Maroni, padre e ispiratore del tanto decantato “modello sanitario lombardo”, di cui il Libro Bianco è una sorta di scopiazzatura al pesto”.

Dopo il capogruppo regionale Pd Raffaella Paita, oggi anche il gruppo regionale M5S si è scagliato contro Viale e Toti in riferimento all’arreso del leghista lombardo.

“Tangenti e turbative di appalti pubblici sui servizi odontoiatrici – hanno spiegato i consiglieri M5S –  sono queste le accuse più pesanti di un’inchiesta che, già nello scorso ottobre, aveva portato in manette il numero due del Pirellone, Mario Mantovani, leghista per lui. Ora cominciamo a capire perché in questi giorni il leader del Carroccio Salvini si agitava tanto, vaneggiando di “magistratura schifezza” e altri gentili epiteti. Evidentemente nella Lega ormai sentono profumo di manette prima ancora che arrivino ai polsi. Più che efficienza e concorrenza, la sanità lombarda si fa apprezzare soprattutto per affari e mazzette. Se questo è il modello a cui la Liguria dovrebbe ispirarsi, come Toti e l’assessore Viale ci ripetono allo sfinimento, dalle corsie ospedaliere alle aule di tribunale il passo rischia di essere molto breve”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO