M5S: no accorpamento parchi liguri

0
CONDIVIDI
Il nuovo logo dell' M5s, Movimento 5 stelle
Il M5S: no alla cabina unica di regìa dei parchi in Liguria
M5S: no alla cabina unica di regìa dei parchi liguri

GENOVA.16 DIC. La giunta Toti, attraverso le dichiarazioni del suo assessore Giampedrone, propone di eliminare i consigli e i presidenti dei parchi, optando per un’unica cabina di regia, alla quale affiancare gli attuali direttori degli enti.

“Inizialmente – ha spiegato oggi il consigliere regionale Fabio Tosi – il centrodestra aveva giustificato la scelta con presunte ragioni finanziarie. Una tesi insostenibile, che la stessa maggioranza ha poi smentito, svelando, di fatto, le vere motivazioni: ovvero, la volontà di controllare in maniera diretta i parchi, slegandoli dalle rappresentanze territoriali. Siamo di fronte a una partita doppia che si intreccia con il Piano Casa in discussione in queste ore in Regione. Toti & C., infatti, hanno sempre ribadito che saranno i parchi ad avere l’ultima parola sui progetti relativi al proprio territorio. Ma, in questo modo, le decisioni saranno prese da un unico centro di comando, controllato direttamente dalla Regione, mettendo, di fatto, il bavaglio alla voce dei territori. Un accentramento di poteri che rischia di cancellare ogni forma di controllo sulla speculazione edilizia che interessa da anni i parchi costieri”.

“Tra questi – ha aggiunto Tosi – il più ambito è certamente il Parco di Portofino, un’area di forte richiamo turistico e ambientale, il cui ente si è già espresso in modo fortemente contrario nei confronti del Piano Casa. La tutela e salvaguardia di questa unicità mondiale si traduce in turismo di qualità, con ricadute economiche dirette o indirette su tutto il territorio. Ma ciò è possibile solo attraverso la competenza e l’esperienza di persone che conoscano bene la zona, sappiano valorizzarla e promuoverla, all’insegna della green economy locale”.

LASCIA UN COMMENTO