M5S: no a Esselunga, sì a Effecorta dei piccoli commercianti

24
CONDIVIDI
Esselunga pronta a partire per Genova: entro 30 luglio nuova legge sulla grande distribuzione
Pronti a partire per Genova: polemiche in consiglio regionale per l'arrivo di Esselunga in città
Pronti a partire per Genova: polemiche in consiglio regionale per l’arrivo di Esselunga in città

GENOVA. 22 GIU. “Dalla giunta Toti l’ennesimo regalo alla grande distribuzione organizzata che metterà in ginocchio negozi, quartieri, piccoli commercianti e imprese locali in Liguria”.

Il consigliere regionale M5S Marco De Ferrari oggi ha commentato così le novità in materia di grande distribuzione e centri commerciali, con cui Rixi e Toti ieri hanno dato il via libera alla libera concorrenza, spezzando il monopolio delle Coop in Liguria.

“Per poter favorire Esselunga, vero obiettivo del centrodestra – ha attaccato Marco De Ferrari – si è scelto di aprire la porta a una nuova ondata di ipermercati e centri commerciali che condannerà a morte la piccola distribuzione. L’unica via percorribile si chiama “Effecorta”, la filiera corta a chilometro zero, per rilanciare un commercio di prossimità che si traduce in occupazione sostenibile, riqualificazione dei quartieri, tutela della qualità dei prodotti, salute e diritti dei lavoratori.

 

Invece di continuare a spingere su un modello di sviluppo economico insostenibile e fallimentare, Toti e Rixi restituiscano fiato e ossigeno alle piccole e medie imprese, defiscalizzando e incentivando le startup virtuose. Mentre Toti si fa le leggi per fare regali alla lobby della grande distribuzione, il M5S nell’ultimo anno in Italia ha restituito 17 milioni di euro dai tagli ai propri stipendi, contribuendo a creare 2000 nuove imprese e 4500 posti di lavoro, molti dei quali proprio nel piccolo commercio”.

 

24 COMMENTI

  1. Intanto così si inizia a togliere il monopolio alla Coop che si permette di vendere a caro prezzo merce acerbissima o …., o a volte anche un mix delle due cose, e persino …… giorni prima ed esposta negli scaffali! Direi che è un passo in avanti.

  2. …..mi spiegassero m5s come è possibile competere nel 2016 con i grandi marchi ,ce l hanno presente ,solo per fare un esempio quanto verrebbe a costare un chilo di pomodori veramente bioligici,minimo 3 euro perché forse non si rendono conto di quanto lavoro ci vuole per fare un chilo di pomodori,senza contare che poi chi lo farebbe dovrebbe dichiarare tutto con conseguenti spese e rotture di palle del tipo patentino per il trattore per il decespugliatore per la motosega,piu certificazioni sanitarie e altri balzelli che porterebbero i prezzi alle stelle….dunque benvenga esselunga ,perché Coop oltre ad essere piu cari di altri marchi sono anche dei ladri!dunque cari 5stelle la vendita a km zero è possibile solo tra conoscenti e in nero e non potrebbe mai competere con la grande distribuzione!invece di sparar cazzate iniziate prima a chiedere leggi per le aziende agricole dove potrebbero vendere senza pagare tasse e altre menate inutili….poi magari se ne può parlare!

  3. Non si capisce perchè a Genova ci debba essere solo la Coop, ci dovrebbero essere almeno altre due catene di grande distribuzione, poi il successo di una o dell’altra lo decideranno i consumatori, non i politici.

  4. Se si sommano i metri di vendita delle varie catene nel COMUNE DI GENOVA al primo posto c e socegross cioè ekom basko etc..secondo posto Carrefour terzo coop …poi la concorrenza ben venga ma il monopolio nel comune di genova non e di coop

  5. Voglio vedere i buonisti che vanno all esselunga…. Che continuino ad andare alla coop…. L esselunga la lascino alla gente che lavora, dove si può trovare ottima qualità al giusto prezzo….

  6. Genova in ginocchio e i negozi stanno tutti chiudendo grazie a queste logiche mercantili la soluzione non sono i supermercati tutti uguali e massificanti dove la merce certo non è di qualità, Genova senza negozi che sono la sua caratteristica e tradizione morirà, personalmente non vado al supermercato non mi interessa chiuderei anche la COOP ì

LASCIA UN COMMENTO