M5S, i rifiuti e l’ipocrisia del Pd

0
CONDIVIDI
rifiuti Amiu rumenta
rifiuti Amiu rumenta
M5S: Sui rifiuti in Liguria il Pd è ipocrita

GENOVA. 25 NOV. “In queste ore si è parlato troppo – e non sempre con cognizione di causa – della legge sui rifiuti approvata ieri in consiglio regionale. E’ stata una vittoria per il M5S, mentre denota l’ipocrisia del Pd”.

Il consigliere regionale M5S Andrea Melis oggi è intervenuto sul nuovo provvedimento varato dalla giunta Toti ed approvato senza i voti della sinistra.

 

 

“In media – ha detto melis – la Liguria non va oltre al 33% di raccolta differenziata (dati dell’Osservatorio regionale sui Rifiuti). Nel 2014 il testo unico ambientale 152/2006 poneva come obiettivo a livello nazionale il 65% entro il 2012. È da qui che bisogna partire, da questa impietosa e imbarazzante istantanea sulla gestione dei rifiuti nella nostra regione, che trova precise responsabilità politiche nelle amministrazioni di centrosinistra e centrodestra. Troppo spesso tese a salvaguardare interessi che tutto hanno a che vedere tranne che con la collettività. Noi, come MoVimento 5 Stelle, siamo riusciti ad includere alcuni nostri emendamenti sia in commissione che in consiglio. Cosa resta? Un provvedimento che potrebbe avere ricadute negative sui contribuenti, attraverso la sanzione per il mancato raggiungimento di livello di riciclo, se le province e i comuni guidati dalle varie amministrazioni non si attiveranno per cambiare la rotta. Parliamo, peraltro, di quegli stessi comuni che oggi fanno pagare nella TARI tariffe più alte a causa dell’Ecotassa per lo smaltimento in discarica. La nostra regione non può tollerare discariche e inceneritori, come vorrebbe il governo Renzi, leader di quel partito, il Pd, che a livello regionale sbraita, abbaia e vota contro la legge, ma è lo stesso che ci ha governato per dieci anni, lasciando in eredità una gestione arcaica del ciclo dei rifiuti”.

LASCIA UN COMMENTO