Home Politica Politica Genova

L’UTILIZZO DEI FONTI DEL DECRETO “SBLOCCA-DEBITO” PER I DEBITI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

0
CONDIVIDI
regione liguria

regione liguriaGENOVA. 5 FEB. E’ stato approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Aldo Siri (Liste civiche per Biasotti presidente) e sottoscritto dai gruppi di maggioranza e minoranza, che impegna la giunta “ad appianare quanto prima i debiti nei confronti delle aziende creditrici, in base anche all’elenco delle aziende iscritte sulla piattaforma per la certificazione del debito e a utilizzare completamente la somma stanziata dal decreto sblocca-debito (oltre 27 miliardi di euro) per saldare i creditori, se è vero quanto dichiarato da Confartigianato secondo cui sinora ne sono stati spesi solo 21,6 cioè il 79,4%”.

Nel documento si ricorda che le imprese liguri, secondo la rilevazione di Confartigianato, nel 2013 hanno speso 45 miliardi di euro in più proprio perché costrette a ricorrere a prestiti bancari per pagare i fornitori, dipendenti e penali per i ritardi dei pagamenti per imposte e tributi. Nel testo, inoltre si fa riferimento al decreto legge 35 del 2013 che ha stanziato 45 miliardi di euro per pagare i debiti arretrati alle imprese in 12 mesi da metà 2013 e che la Regione ha attivato la piattaforma per certificare i debiti delle pubbliche amministrazioni presso le imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here