Lunaria Teatro, agli Emiliani è di scena Dostoevskij

0
CONDIVIDI
La Mite Vittorio Ristagno nella foto di Malani
La Mite Vittorio Ristagno nella foto di Malani
La Mite Vittorio Ristagno nella foto di Malani

GENOVA. 20 GEN. Sabato 23 gennaio alle 21 e domenica 24 alle 16,30, al Teatro Emiliani di Nervi, sarà riproposto “La mite”, lo spettacolo tratto dall’omonimo racconto di Fedor Dostoevskij che sabato scorso ha inaugurato la nuova stagione di Lunaria a Levante.

Ne “La mite”, Dostoevskij mostra l’uomo “in presa diretta” mentre ricostruisce in modo spietatamente analitico l’incontro con la giovane donna mite che decise di sposare nonostante la forte differenza di età e le fasi successive del loro rapporto. Dalle sue parole emergono il carattere dell’uomo, la sua severità, la sua freddezza, i suoi orgogliosi silenzi, ma anche, con la lucidità e competenza quasi professionale da grande indagatore dell’animo e della mente umana di un grande come Dostoevskij, il percorso psicologico della giovane donna che la regia ha deciso di rendere evidente grazie al linguaggio evocativo della danza.

Sempre sabato 23, nel pomeriggio, alle 16,15 è in programma un nuovo appuntamento del teatro per bambini con i burattini di Gino Balestrino, che questa volta racconterà “Il viaggio di Bi”.

 

Infine, domenica 24 alle 14,30 – e quindi a precedere la replica pomeridiana de “La mite” – è in programma la visita guidata a cura di Genova Insieme dedicata al mondo russo a Nervi. Per informazioni cel. 388-1125822

Info e prenotazioni: www.lunariateatro.it 0102477045 [email protected] (biglietto intero 12 euro, ridotto 10 euro per possessori di Green Card, residenti Municipio Levante e over 65).

LASCIA UN COMMENTO