Luca Zingaretti torna a Genova con The Pride

0
CONDIVIDI
Luca Zingaretti in The Pride
Luca Zingaretti in The Pride
Luca Zingaretti in The Pride

GENOVA. 29 GEN. Martedì 2 febbraio alle ore 20.30 al Teatro della Corte va in scena “The Pride”, opera prima del drammaturgo e sceneggiatore inglese, Alexi Kaye Campbell. La regia dello spettacolo è di Luca Zingaretti, che è anche protagonista insieme a Valeria Milillo, Maurizio Lombardi e Alex Cendron.

The Pride” è un testo che solleva interrogativi sulla vita contemporanea e sulla identità sessuale, senza però dare univoche risposte e lasciando allo spettatore la valutazione etica e sociale del comportamento degli altri. E’ un’indagine sull’uomo, sulla evoluzione della sua identità sociale e sessuale, negli anni ‘50 e ai nostri giorni. Un testo contemporaneo ed enigmatico, costruito con l’alternanza fra due storie distinte: in ognuna di esse i tre personaggi principali che condividono gli stessi nomi e che, per volere dell’autore, devono essere interpretati dagli stessi attori, lottano per essere amati, per imparare ad amare e per conquistare una vita più facile e felice.

E’ stato rappresentato per la prima volta nel 2010 al Royal Court Theater di Londra, e racconta due storie complementari e parallele, ambientate rispettivamente nel 1958 e nel 2008. Nell’intersecarsi di queste due storie parallele, in cui vengono toccati temi universali come l’amore, la fedeltà, il destino, il perdono e la felicità, si evidenzia come il nostro passato influenzi inevitabilmente il presente e come la consapevolezza della propria identità, si modifichi e nello stesso tempo plasmi, il divenire della società.

 

Le scene dello spettacolo in programma  sono di Andrè Benaim, i costumi di Chiara Ferrantini, le luci di Pasquale Mari.

“THE PRIDE” è in scena dal martedì al sabato alle ore 20.30, domenica alle 16. La recita del giovedì inizia alle ore 19.30.

Lo spettacolo è al Teatro della Corte fino a domenica 7 febbraio.

FRANCESCA CAMPONERO

Per ulteriori informazioni: www.teatrostabilegenova.it

LASCIA UN COMMENTO