Loano: controllo costante contro l’abusivismo commerciale

0
CONDIVIDI
Loano_merce_sequestrata
parte della merce sequestrata

SAVONA. 10 AGO. Potenziate a Loano per il periodo estivo le azioni di contrasto all’abusivismo commerciale. Nel periodo che va dal 1 giugno al 31 luglio sequestrate 50 t-shirt, 50 vestiti donna, 100 teli spiaggia, 2 pantaloncini uomo, 20 cappelli, 30 borse spiaggia, 5 spazzoloni per finestre, 150 ombrelli, oltre a centinaia di capi “griffati.

A partire dal mese di giugno il Comando di Polizia Municipale di Loano svolge con regolarità controlli sulle spiagge per contrastare il commercio ambulante non autorizzato.

“I servizi di controllo sulle spiagge, iniziati già dai primi giorni di giugno, – spiega l’Assessore Enrica Rocca – sono diventati giornalieri da luglio, con turni al mattino e al pomeriggio. Abbiamo rafforzato la vigilanza sul litorale marino anche grazie al contributo economico del SIB (Sindacato Italiano Balneare di Loano), che consente la presenza di guardie giurate in ausilio agli agenti della Polizia Municipale. Le guardie giurate hanno il compito di dissuadere i turisti dall’acquisto di merce proveniente da vendita abusiva e di invitare i venditori ad allontanarsi dalle spiagge”.
Parte della merce – migliaia tra collane, orecchini, bracciali e occhiali – è stata distrutta in quanto potenzialmente pericolosa per la salute, poiché priva di indicazioni riguardanti la natura dei materiali impiegati.
I capi “griffati” sono stati distrutti su ordine del Tribunale.
I restanti beni confiscati, così come previsto dalla delibera di giunta n. 14 del 6 marzo 2013, sono stati donati agli enti religiosi e alle associazioni di volontariato del territorio, quali la parrocchia S.M. immacolata, il Centro Ascolto Intervicariale, la comunità minori Piccola Opera, parrocchia S. Giovanni Battista,  Centro Aiuto Vita Ingauno e parrocchia S.Pio X.

 

La sanzione amministrativa per ogni venditori fermato per abusivismo commerciale è di 5000 euro e ci sono sanzioni anche per chi acquista. Nella prima settimana di agosto sono stati multati due acquirenti (scarpe e borsa), ognuno con un verbale di 200 euro.

LASCIA UN COMMENTO