Loano, cambia il sistema di raccolta dei rifiuti

0
CONDIVIDI
Al via raccolta differenziata a Loano
Al via raccolta differenziata a Loano
Al via raccolta differenziata a Loano

SAVONA. 18 MAG. Entro la fine di maggio prenderà il via a Loano la campagna informativa sulla raccolta differenziata domiciliare “porta a porta” per le utenze non domestiche.

Saranno organizzati diversi incontri con gli operatori economici, raggruppati secondo le  diverse categorie.

Il nuovo sistema di raccolta differenziata, affidato a seguito di gara d’appalto alla Stirano Srl di Alba (Gruppo Egea), sarà introdotto in modo graduale, così da consentire agli utenti di conoscere le caratteristiche del servizio e di potersi adeguare al meglio alle novità.

 

A partire dal mese di giugno le attività economiche di Loano riceveranno i contenitori per la raccolta differenziata e da luglio partirà progressivamente il servizio.

Sarà avviata a settembre la campagna informativa per le domestiche che porterà all’attivazione della raccolta domiciliare nelle civili abitazioni. Il servizio partirà progressivamente dal mese di ottobre.

Gli incontri programmati con gli operatori delle differenti tipologie di attività hanno l’obiettivo di fornire loro informazioni dettagliate sulle modalità di raccolta “porta a porta”. E non solo. Infatti, in accordo con la ditta Stirano e seguendo lo slogan della campagna informativa “un servizio cucito su misura”, in occasione di questi appuntamenti gli operatori economici avranno l’opportunità di incontrare i responsabili del servizio che raccoglieranno segnalazioni e indicazioni per migliore l’organizzazione dell’attività di raccolta.

A sostegno degli utenti di Loano saranno inoltre attivati altri strumenti informativi. È stata predisposta una guida al servizio, un depliant che aiuta ad orientarsi nella separazione dei rifiuti, un depliant con i giorni e gli orari di raccolta, una  pagina sul sito www.comuneloano.it  che riunisce tutte le informazioni e un video che spiega la raccolta domiciliare. Anche scaricando l’applicazione dal sito www.iochiudoilciclo.it sarà possibile accedere alle informazioni.

Inoltre, è stato già attivato un numero verde (800 869 692) e aperto un ufficio dedicato, l’Ecosportello (via Verdi 3, Loano), ai quali gli utenti potranno rivolgersi (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. Il sabato dalle 8.30 alle 12.30), oltre allo sportello Urp del palazzo comunale (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. Il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 16).

La raccolta differenziata domiciliare per le utenze non domestiche sarà attivata su tutto il territorio comunale e riguarderà gli operatori del settore commerciale, artigianale e dei servizi che producono rifiuti assimilabili agli urbani.

Il nuovo sistema di raccolta è stato modellato sulle esigenze delle attività economiche servite: sono pertanto previsti servizi specifici (es: raccolta delle cassette della frutta per ortofrutticoli, raccolta di foglie, erbe  e ramaglie per i fiorai, raccolta degli oli esausti per ristoranti e hotel, ecc..) e frequenze di raccolta più intense nella stagione turistica.

Ad ogni attività sarà consegnata una dotazione di sacchi e/o contenitori che saranno di volumetria variabile per la raccolta differenziata.

Per tutti i rifiuti non raccolti in modo domiciliare e per gli ingombranti resterà attivo l’Eco-Centro in Via degli Alpini.

Oggi, a Loano, delle oltre 10.000 tonnellate di rifiuti urbani annui prodotti, ne viene differenziato poco più del 28% mentre il resto viene portato in discarica .

Differenziare correttamente è fondamentale per ricevere i corrispettivi derivanti dal conferimento ai Consorzi di filiera dei rifiuti da imballaggio raccolti nel territorio comunale con i corrispettivi che sono riconosciuti in funzione della quantità e qualità del materiale.

Il nuovo sistema, una volta che avrà raggiunto livelli ottimali, consentirà importanti vantaggi per i cittadini: minori costi di conferimento in discarica, eliminazione delle eco tasse previste dalla legge regionale n. 20/2015,  riduzione obbligatoria della TARI.

LASCIA UN COMMENTO