Home Cronaca Cronaca Genova

Lo Stato onesto: arrestato altro funzionario Agenzia Entrate Genova

0
CONDIVIDI
L'Avvocato Maurizio Villani sulla contestazione delle cartelle di pagamento

GENOVA. 18 APR. Lo Stato onesto. Dopo l’arresto della scorsa settimana di Walter Pardini, il direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Genova preso a Recco dalla GdF con una tangente, i carabinieri l’altro del nucleo investigativo di Genova ieri hanno arrestato un altro funzionario dell’Agenzia delle entrate di Genova, a seguito della condanna definitiva a 4 anni e 18 giorni per concussione.

Si tratta di Rosario Puglisi, 58 anni, imperiese d’origine e residente a Chiavari, che secondo l’accusa nel 2014 aveva preteso una mazzetta da Pier Luigi Lugano, titolare delle cantine Bisson (noto per lo spumante invecchiato sui fondali del mare) per non fargli avere delle ispezioni del Fisco “per i prossimi 4 anni”.

L’imprenditore, serio e perbene, si era subito rivolto ai carabinieri denunciando i fatti.


A Puglisi erano stati quindi contestati altri cinque episodi similari e l’accesso abusivo ai sistemi informatici dell’Agenzia delle Entrate. Il funzionario era stato arrestato nel 2014 dopo la denuncia dell’imprenditore, ma era già indagato per alcuni comportamenti sospetti. Successivamente, era stato messo ai domiciliari. Complessivamente, le mazzette contestate ammontavano a circa 30mila euro.

Secondo gli inquirenti, l’arrestato attraverso il sistema informatico dell’Agenzia controllava le posizioni degli imprenditori che contattava dicendo che se avessero pagato, non avrebbe fatto fare verifiche contabili.

Ora Rosario Puglisi è stato rinchiuso a Marassi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here