Lite con sparatoria, tra famiglie rom, arrestato 20enne

0
CONDIVIDI
Lite con sparatoria tra rom, un arresto
Lite con sparatoria tra rom, un arresto
Lite con sparatoria tra rom, un arresto

GENOVA. 3 MAR. Ieri a Genova, a conclusione di un’operazione congiunta tra la polizia e Carabinieri, per eseguire un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, è stato arrestato un ventenne di etnia rom, per detenzione e porto abusivi di arma da fuoco.

Il 20enne, insieme ad altri due giovani rom colpiti dalla stessa misura cautelare, è ritenuto responsabile della sparatoria avvenuta nella notte di ferragosto dello scorso nel Piazzale San Lorenzo a Vado Ligure.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Savona e condotte dalla squadra mobile e dai carabinieri di Savona, hanno consentito di ricostruire i fatti.

 

I tre, dopo aver avuto un diverbio nel pomeriggio precedente con un altro nomade accampato con la sua roulotte nello stesso piazzale, nella notte erano tornati a bordo di un’autovettura e, pronunciando frasi minacciose, uno di loro aveva esploso alcuni colpi di arma da fuoco partiti da una pistola semiautomatica.

Uno dei colpi aveva colpito il parabrezza di un tir lì parcheggiato nella cui cuccetta dormiva un autotrasportatore fortunatamente rimasto illeso.

Lo ‘sparatore’, individuato in un rom diciottenne, è stato individuato essere detenuto presso il carcere di Torino dove si trova recluso per altra causa. Il terzo è tuttora ricercato.

L’episodio sarebbe da ricondurre a pregressi contrasti tra famiglie di etnia rom stanziali nella zona di Torino e altre dimoranti nel capoluogo ligure e presso il campo nomadi di Asti.

Già nei giorni precedenti, infatti, alcuni componenti dei due gruppi avrebbero avuto alcuni screzi verbali.

Il ventenne arrestato è stato associato al carcere di Marassi.

LASCIA UN COMMENTO