Lite con bottigliata tra profughi al centro di accoglienza

0
CONDIVIDI
Immigrati violenti e sempre più pericolosi a Sampierdarena: ieri i bimbi costretti a fare lo slalom fra cocci di bottiglie, sangue e spranghe per andare a scuola
Niegeriano aggredito con una bottigliata al centro di accoglienza
Niegeriano aggredito con una bottigliata al centro di accoglienza

GENOVA. 12 DIC. Ieri mattina nel centro di accoglienza per profughi di via Caffaro si è verificato un episodio violento.

Il nigeriano portavoce della comunità al termine di una lite con un connazionale è stato colpito alla testa con una bottigliata, incolpato di avere svegliato alcuni connazionali che dovevano effettuare delle radiografie.

L’autore del ferimento è poi fuggito ed è ricercato dalla polizia.

 

Il nigeriano rischia l’allontanamento dal centro di accoglienza e di vedersi negare la possibilità di ottenere lo status di rifugiato.

Nel centro di via Caffaro sono ospitati da giugno 60 profughi per buona parte nigeriani.

LASCIA UN COMMENTO