L’incompleta Aurelia bis, M5S: il Pd sapeva, ma fa polemica solo ora

1
CONDIVIDI
Polemiche del Pd e contro polemica del M5S con Melis che attacca Paita: sapevate, ma solo ora abbaiate

SAVONA. 11 SET. “L’Aurelia bis? Una polemica sterile, inutile, tardiva. Tutti sapevano – primo tra tutti il Pd (sponsor e promotore primo di quell’opera) – che il progetto si sarebbe fermato in corso Ricci, senza alcun estensione o ampliamento. Il Lotto 2, così come presunte alternative tirate fuori tardivamente dalla naftalina dal Partito Democratico, appartenevano al Libro dei sogni di 5-10 anni fa”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale del M5S Andrea Melis, in merito alle recenti polemiche sull’Aurelia bis a Savona.

“La realtà è un’opera “monca”, incompleta, dai costi esorbitanti – ha aggiunto Melis -a fronte di benefici tutti da dimostrare: secondo alcuni studi, la nuova arteria non arriverebbe a snellire neppure il 20 per cento dell’attuale traffico veicolare dell’Aurelia.

 

Siamo d’accordo con le critiche del Pd. Ma sono le stesse critiche che, insieme a numerose associazioni sul territorio, muoviamo da anni proprio a loro che quell’opera hanno spinto e finanziato, ben consapevoli che sarebbe rimasta mutilata e, di fatto, inefficace. Troppo facile, oggi che sono all’opposizione, lavarsene le mani e abbaiare alla luna.

Avrebbero fatto meglio ad ascoltare i tanti pareri di chi queste cose le ripete da anni, inascoltato. Proposte concrete per trasferire parte del traffico dalla gomma alla rotaia con una metropolitana leggera, sfruttando in parte il tracciato della vecchia ferrovia.

Il Pd ha avuto la sua occasione e non l’ha saputa cogliere. Ora tocca alla Giunta Caprioglio dimostrare di saper ascoltare le istanze di chi sul territorio vive e lavora, senza chiudersi a riccio nelle proprie stanze, ma aprendosi ai cittadini e alle associazioni”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO