Liguria maglia nera delle esportazioni: – 12,3% nel 2016

0
CONDIVIDI

GENOVA. 30 GIU. Si fa sempre più nera la crisi dell’export ligure che inizia l’anno con un ulteriore, drastico calo.

Le vendite nei Paesi extra Ue e quelle dei prodotti manifatturieri che da soli rappresentano quasi il 90% del valore delle esportazioni della nostra regione, hanno infatti subito ancora una diminuzione.

Stando ai dati di Unioncamere Liguria, nei primi 3 mesi dContainerel 2016 le vendite della Liguria sui mercati esteri sono scese del 12,3% rispetto allo stesso periodo del 2015. Ma il dato risulta ancora più allarmante se si considera che invece, sul piano nazionale, è in tenuta. Pertanto, nonostante le altre regioni italiane continino ad esportare gli stessiquantitativi di prodotti dell’anno precedente, solo la Liguria vedrebbe il suo business diminuire.

 

Su un totale di 1.494 milioni di export, circa la metà, 754 mln, si è diretto verso Paesi extracomunitari (-21,8%), sono stabili le vendite verso l’Ue, grazie a Germania (1/o mercato Ue della Liguria con quota del 12%), Francia e Spagna. Il manifatturiero (1.326.599.990 euro di esportazioni su un totale di 1.493.981.034) ha segnato -13,2%, ma è positiva la performance degli alimentari (+9,2% l’export complessivo, +4,9% verso Paesi extra Ue) e dei prodotti chimici.
Calano le vendite di macchinari (-30%) e i prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio (-27,3% l’export totale; -35,4% verso Paesi extra Ue).

LASCIA UN COMMENTO