Home Consumatori Consumatori Imperia

Liguria: legge regionale sull’azzardo cosa cambia?

0
CONDIVIDI
Liguria: legge regionale sull'azzardo cosa cambia?

IMPERIA. 31 MAG. Azzardo sì o no! Il dibattito in Liguria è caldissimo! Eppure da noi, a Sanremo esiste lo storico Casinò e tutti dovremmo conoscere la differenza tra la bisca e l’azzardo regolare.

La Giunta  di Giovanni Toti ha approvato la proroga della legge regionale. Cosa cambia? Molto!

Intanto si pone un freno ed un regolamento da applicare su tutto il nostro territorio sembra essere dirimente per combattere la ludopatia che purtroppo inizia a radicarsi anche da noi.


Per questi motivi la Giunta Regionale sta lavorando intorno al problema cercando di dare in primis il massimo sostegno e supporto a chi negli anni ha già sviluppato la ludopatia, non solo, il mondo politico regionale ha sviluppato massima sensibilità al problema ed infatti non sono pochi i seminari formativi ed informativi che costellano l’agenda degli appuntamenti.

Il gioco in Liguria è molto diffuso: la ludopatia può essere un fenomeno emergente. In particolare esiste nel nostro territorio una fascia debole che si trova in quei soggetti di nuova disoccupazione al margine con le nuove povertà, sono queste persone che sperano di poter dare una “svolta” alla propria vita, il fenomeno poi si può allacciare persino con l’usura che dalle nostre parti inizia a crescere, tristemente.

La legge regionale sull’azzardo però serve ed è urgente, lo pensano tutti sopratutto il comitato promotore nazionale di “Mettiamoci in gioco”, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo che ritiene fondamentale convocare un tavolo unico regionale per discutere della

La complessa realtà ligure però ha spinto la giunta regionale a approvare una deroga di un anno all’entrata in vigore della legge causando molto malumore tra associazionismo e volontariato: il terzo settore sarebbe pronto alla ribellione.

Ormai il 2 maggio è passato e la legge regionale che doveva andare in vigore resta sospesa per un anno. Dunque nessun problema per chi vuole aprire sale gioco e slot machine. La verità è che per ora non si può approvare una legge regionale che potrebbe persino mettere in seri guai  migliaia di persone che lavorano  migliaia di persone che, con una norma molto restrittiva potrebbero perdere lavoro entrando nel girone infernale della disoccupazione.  Il tutto sembra essere non gradito alla Giunta che si preoccupa anche di queste peculirità .

E’ anche vero che in ogni caso da tempo le modalità di gioco iniziano a cambiare e forse sono sempre meno i giocatori che prediligono passare il tempo in una sala gioco o davanti una macchinetta infatti se il gioco fisico pare essere diventato un vero nemico è anche oramai palese che la gente sposti il proprio interesse verso il mondo digitale dove i casinò e le scommesse sembrano essere molto più accattivanti, attrattive, interessanti e probabilmente più sicure oltre che più economiche.

Non mancano infatti le offerte come quelle offerte dal codice bonus starcasino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here