Liguria, le infermiere a scuola di Krav Maga: autodifesa israeliana

0
CONDIVIDI
Operatori sanitari della Liguria a scuola di Krav Maga, autodifesa israeliana

IMPERIA. 16 OTT. Violenze in ospedale e non solo: infermiere ed infermieri, ma anche operatrici ed operatori del 118, in Liguria vanno a scuola di difesa personale con gli istruttori di Krav Maga, la tecnica di combattimento ravvicinato e di autodifesa di origine israeliana. Si tratta di un’arte marziale di facile e veloce apprendimento, usata anche dagli agenti del Mossad.

Ieri al corso del progetto Araba Fenice, organizzato da Ipasvi (Federazione collegi operatori sanitari) e da Krav Maga Parabellum, ha assistito anche la vicepresidente e assessora regionale alla Salute Sonia Viale: “A Vallecrosia ieri mattina ho partecipato ad un corso di autodifesa promosso da IPASVI per il personale infermieristico. Bisogna avere attenzione anche alla sicurezza degli operatori. Motivazione e concorso in Liguria per nuovi infermieri sono la giusta direzione”.

Nei mesi scorsi l’appuntamento si era tenuto a La Spezia, con altrettanto successo. Nelle prossime settimane sono previsti altri corsi a Genova e Savona.

 

 

LASCIA UN COMMENTO