Liguria, è donna massima autorità inquirente

0
CONDIVIDI
" title=
Vittime di errori giudiziari: Novi e Burlando, che nel 1993 fu ingiustamente arrestato su richiesta dell’allora pm Valeria Fazio

GENOVA. 23 DIC. Cambio della guardia per la massima autorità inquirente ligure. Valeria Fazio (area Magistratura democratica) quasi certamente subentrerà al “compagno” Vito Monetti, che a fine anno va in pensione. Il procuratore generale della Repubblica di Genova, raggiunti i limiti d’età, abbandona per lasciare posto alla prima donna che nella storia della magistratura genovese ricoprirà il delicato e impegnativo incarico.

Valeria Fazio era già stata al vertice della procura di Casale Monferrato. Attualmente è sostituto procuratore generale a Genova, dove in passato aveva ricoperto il ruolo di pubblico ministero e, insieme al collega Mario Morisani, aveva chiesto e ottenuto l’arresto in carcere, durato tredici giorni, dell’ex sindaco Claudio Burlando, poi assolto da tutte le accuse e diventato ministro (lo Stato lo risarcirà con 60 milioni di lire per l’ingiusta detenzione). Tra le tante altre inchieste, Fazio ha sostenuto l’accusa contro l’ex parroco di Sestri Ponente don Riccardo Seppia.

Oggi il nome di Fazio è stato proposto dalla commissione Nomine del Consiglio Superiore della Magistratura.

 

Il nuovo presidente della Corte d’Appello dovrebbe essere un’altra donna, Maria Teresa Bonavia (area Magistratura indipendente) che adesso ricopre il ruolo di presidente di Sezione. Mentre il nome più gettonato del nuovo procuratore capo è quello di Franco Cozzi (area Unicost) al momento procuratore aggiunto. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO