Libia, Gino Pollicardo e Filippo Calcagno sono liberi

0
CONDIVIDI
Pollicardo e Calcagno in un video di Sabratha media center
Pollicardo e Calcagno in un video di Sabratha media center
Pollicardo e Calcagno in un video di Sabratha media center

LA SPEZIA. 4 MAR. Gino Pollicardo e Filippo Calcagno sono liberi.

La liberazione dei due ostaggi italiani è stata annunciata dal Consiglio militare di Sabratha.

Il figlio di Gino Pollicardo alla notizia ha esclamato: “E’ finita, è finita”.

La moglie Ema Orellana in lacrime ha detto: “L’ho sentito al telefono”.  Ieri il sottosegretario con delega all’Intelligence Marco Minniti, citando informazioni degli 007, aveva assicurato che i due italiani Pollicardo e Calcagno “sono vivi”.

I due erano stati rapiti in Libia nel luglio del 2015 insieme a Fausto Piano e Salvatore Failla, che sarebbero rimasti uccisi mercoledì durante un blitz delle milizie di Sabrata, a ovest di Tripoli.

E suonano a festa le campane a Monterosso per l’annuncio della liberazione di Gino Pollicardo.

Filippo Calcagno è originario di Piazza Armerina, in provincia di Enna.

“Io sono Gino Pollicardo e con il mio collega Filippo Calcagno oggi 5 marzo 2016 siamo liberi e stiamo discretamente fisicamente, ma psicologicamente devastati. Abbiamo bisogno di tornare urgentemente in Italia”. Questo è il messaggio scritto da Pollicardo su un foglietto di quaderno pubblicato da ‘Sabratha Media Center‘.

LASCIA UN COMMENTO