Levanto, notte dei flauti alla Chiesa di S. Andrea

0
CONDIVIDI
Levanto, notte dei flauti alla Chiesa di S. Andrea

LA SPEZIA. 9 SET. Domenica prossima, 11 settembre 2016, il sipario del XXV Festival Massimo Amfiteatrof sarà affidato a “La Notte dei Flauti”, serata musicale dedicata ai più significativi concerti barocchi per flauti e archi di Antonio Vivaldi, Johann Joachim Quantz e Georg Philipp Telemann che saranno eseguiti, su strumenti d’epoca, dall’Orchestra Barocca Collegium Pro Musica, accompagnata dal flauto dritto di Stefano Bagliano e dal flauto traversiere di Lorenzo Cavasanti presso la Chiesa di S. Andrea di Levanto.

L’evento è una coproduzione con il XXIII Festival Internazionale di Musica da Camera “Le Vie del Barocco” e i Concerti di San Torpete.

Il flauto è uno tra i più antichi strumenti musicali ed ebbe grande diffusione presso le primissime civiltà. La prima testimonianza dell’esistenza del flauto traverso si trova in un libro di poesia dell’antica Cina, il “She King”, che risale al IX secolo a.C.

 

Fu in Grecia che il flauto acquistò un valore artistico ben definito al quale si attribuiva origine divina. Attorno al 1300 si assistette alla rinascita del flauto termine derivante dal latino flatus, flare (soffio, soffiare) o, secondo alcuni storiografi, dall’accostamento delle tre note fa-la-ut.

Verso la fine del 1600 il flauto subì una notevole trasformazione: la forma da cilindrica divenne conica, più larga verso l’imboccatura, più stretta verso la fine, e, ai sei fori per le dita, fu aggiunta una piccola chiave per produrre la nota mi bemolle. Nel ‘700 il flauto per le sue qualità di grazia e di precisione timbrica  venne largamente sfruttato come strumento solistico, in particolare dai musicisti francesi oltre che da Vivaldi e Bach.

Fondato nel 1990 e diretto dal flautista Stefano Bagliano, l’ensemble Collegium Pro Musica è una formazione specializzata nel repertorio musicale barocco, eseguito secondo lo stile dell’epoca e con l’uso di copie di strumenti originali, con un organico che varia dal Trio all’Orchestra Barocca. I componenti del gruppo hanno alle spalle un’intensa attività concertistica a livello internazionale, in collaborazione con famosi musicisti e complessi europei di musica antica.

Virtuoso di flauto diritto e direttore, Stefano Bagliano è uno dei musicisti italiani che oggi si stanno facendo maggiormente apprezzare a livello nazionale ed internazionale. Intrapresa l’attività concertistica, con l’ammirazione di flautisti quali Frans Bruggen e Walter Van Hauwe, ha eseguito oltre 700 concerti in veste di solista per prestigiosi festival e istituzioni mondiali. È direttore artistico del Festival Internazionale di musica da camera “Le Vie del Barocco” di Genova e Savona, nonché consulente per altre rassegne e stagioni musicali.

Membro fondatore di Tripla Concordia, Lorenzo Cavasanti si è guadagnato una reputazione internazionale come maestro di stile, suonando come solista in numerose altre importanti formazioni e orchestre. Si è esibito nelle più prestigiose sale da concerto e festival musicali. Nel 2002 ha suonato alla Konzert Haus di Vienna e per i “BBC Proms” alla Royal Albert Hall di Londra.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO