Home Cronaca Cronaca Genova

LETTERA ALLA REDAZIONE. “TERRORE PER LA TESTA TAGLIATA?”

1
CONDIVIDI
james foley uccisione

james foley uccisioneGENOVA. 23 AGO. Riceviamo e pubblichiamo lettera alla redazione da parte di Vincenzo Mannello dal titolo “Terrore per la testa tagliata?” con riferimento all’esecuzione da parte dell’Isis del giornalista americano James Foley, tramite il taglio della testa, fatto che abbiamo riportato qualche giorno fa.

“Capisco che l’Isis mandi volutamente in video le esecuzioni per seminare panico. E che,mischiando di tutto e di più,ognuno se ne serva per quello che ritiene essere il problema più grave per noi italiani,europei ed occidentali : l’Islam.
Chiedo soltanto: chi, dalla creazione di Israele nel 1948 e pure da prima con le Crociate, si reca perché “Dio lo vuole” o per “missione umanitaria” in Palestina ed in tutte le nazioni musulmane?
Ci va e ci andava con il cero ed un fiore in mano? Qualcuno ricorda Acri, Gerusalemme ed il buon Conte Dracula?
Senza incazzarsi troppo con me, che musulmano non sono, sono falsità?
Certo che Saladino, Barbarossa e Califfi vari non scherzavano pure loro in efferatezze ed in attacchi fino a Vienna, ma “noi” occidentali non siamo animelle candide.
Oggi appoggiare BombObama e la Nato, sostenere gli ebrei israeliani, aggredire stati sovrani assassinandone i capi e creando stati fantoccio che massacrano pure loro non deve essere accettato per la paura dell’Islam e dei Califfi vari.
Quelli stanno a casa loro ed è lì che andiamo a bombardare ed assassinare.
Pensiamo davvero che questo non generi nei “cattivi” musulmani sentimenti di odio e desiderio di vendetta? Grazie per l’attenzione”. Vincenzo Mannello 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here