Home Cronaca Cronaca Italia

LETTERA DI MICHELE FRIXIONE E MARCO GHISOLFO SULLO STATO DEI MURI DI VIA BALBI

0
CONDIVIDI

Per questi motivi la situazione di Via Balbi è una pugnalata al cuore stesso di Genova e di tutti i Genovesi. Via Balbi è la sede del Rettorato dell’Università e di alcune Facoltà Universitarie e dovrebbe perciò essere un luogo che rispecchi in tutta la sua magnificenza l’importanza e la fierezza della Città. Non è così purtroppo. I muri e la strada sono in condizioni disgustose: volantini laceri e scritte sui muri trascorrono tranquillamente le proprie giornate vedendo passare studenti, abitanti e turisti.

 

Fossero semplici scritte sarebbero ancora sopportabili, ma in realtà sono minacce e deliri ideologici che, come nella Facoltà di Lettere per fare un esempio, si vorrebbero mantenere quali “reperti storici”. Come è possibile che uno dei punti di eccellenza della Città sia così degradato? Come è possibile che in un luogo del genere vi si possano trovare minacce verso il Papa e verso il Vescovo della Città?


Come è possibile osservarvi residui sessantottini e scritte inneggianti alle BR? Come è possibile che in un luogo dove si forma la Cultura e si guidano le future generazioni siano presenti atti del genere?

Michele Frixione e Marco Ghisolfo
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here