Lettera. Chiavari. Rimozione auto per potatura

2
CONDIVIDI
Il parcheggio di via Colonnello Franceschi a Chiavari
Il parcheggio di via Colonnello Franceschi a Chiavari
Il parcheggio di via Colonnello Franceschi a Chiavari

GENOVA. 9 AGO. ‘Estate calda’ non solo a livello di temperature per i turisti in Liguria che a volte se la devono vedere con un’amministrazione comunale forse un po’ troppo zelante per quanto riguarda i parcheggi.

Per questo riceviamo e pubblichiamo una lettera di una giovane che a Chiavari, in villeggiatura, si è vista rimuovere la propria macchina in via Colonnello Franceschi per una potatura degli alberi, a suo dire ingiustamente. Recatasi dai vigili gli stessi le avevano assicurato che non erano stati loro. Lei, pensando ad un furto, si era recata dai carabinieri, presentando denuncia. Purtroppo, o per fortuna, però, le telecamere di sorveglianza, facevano vedere il contrario dimostrando che si era trattato di una rimozione.

Naturalmente, come in passato per altre Amministrazioni, se la riceveremo, pubblicheremo volentieri una ‘replica’ della stessa o della polizia municipale.

Il parcheggio di via Colonnello Franceschi a Chiavari
Il parcheggio di via Colonnello Franceschi a Chiavari

 

“Buongiorno sono una ragazza in villeggiatura a Chiavari, volevo raccontarvi un’episodio assurdo, accaduto a me qualche giorno fa, sperando che lo pubblichiate perché la trovo una cosa inaudita… in 10 anni che vengo in Liguria, precisamente a Sestri Levante, non mi era mia capitata una cosa del genere…

Ho posteggiato la mia vettura in un parcheggio libero, in via Colonnello Franceschi nei pressi di un supermercato di Chiavari, per lasciarla durante il soggiorno… Ieri vado a prendere degli effetti personali e al posto della mia macchina ne trovo un’altra. Lascio immaginare il mio sgomento… Dopo essermi accertata che lì era un posteggio non a pagamento e con nessun limite di tempo, provo a telefonare ai vigili se per caso avessero rimosso l’auto. Niente, i vigili di Chiavari rispondono che nessun vigile aveva fatto portare via la mia macchina. L’ unica cosa che allora poteva essere capitata era il furto; pensate il mio stato d’animo qui in villeggiatura ed essere stata derubata. Mi reco così dai carabinieri sporgo denuncia e mi dicono che faranno il possibile. Così incominciamo a cercare in giro per vedere se riuscivamo a trovare l auto.

Nel mentre l’altra macchina era posteggiata in una zona dove per fare le pulizie delle strade al giovedì dalle 21 alle 22 bisogna togliere la macchina. Così ho anche preso una multa… e già così oltre al danno la beffa. Comunque stamattina mi chiamano i Carabinieri e mi dicono che vedendo i filmati hanno visto i vigili che hanno rimosso la mia macchina. Mi reco dai vigili incredula di tutto ciò, visto la mia telefonata del giorno prima, però tutto era vero!!!

Hanno detto che avevano messo il cartello 48 ore prima perché dovevano potare le piante e bisognava spostare l auto. Potrebbe essere anche giusto ma magari si poteva mettere il cartello fuori dal parcheggio e non vicino alla macchina, perché io un’occhiata da fuori la davo spesso per vedere se c’era la vettura.

La cosa che più mi sconvolge è con quanta leggerezza hanno preso la situazione i vigili, con un semplice ci dispiace; io posso aver sbagliato per carità e per questo io pago la multa, ma il vostro di sbaglio!!?? Voi non pagate mai!!!! Almeno il gesto di togliere la multa e farci pagare solo il carro attrezzi… dopo tutto il disagio.

Che dire dopo che le persone vengono a portare turismo, cioè guadagno di soldi, voi ripagate così!!?? Ovviamente Chiavari non mi vedrà più neanche per un gelato e vi assicuro che la mia pubblicità sarà ‘ottima’…. Ringrazio il Comando dei Carabinieri per il lavoro svolto. Saluti Gessica”.

Internet: http://www.comune.chiavari.ge.it/

2 COMMENTI

  1. Siamo alle solite. A Chiavari sono specializzati per le multe. Sennò i vigili come si pagano? Poi non sapere che l’hanno presa loro, disorganizzazione massima.
    Per non parlare del business delle rimozioni con le macchine che vengono portate tutte a Sestri Levante. Come mai?

  2. in italia certe cose sono normali bisogna ricordare che i maggiori truffatori del popolo italiano sono le istituzioni e i politici che parlano bene ma razzolano male…pero’ ce li meritiamo perché non siamo capaci di cambiare

LASCIA UN COMMENTO