Home Politica Politica Genova

Lettera aperta al sindaco, le proposte di ‘A Sinistra’ per Genova

28
CONDIVIDI
Lettera aperta al sindaco, le proposte di ‘A Sinistra’ per Genova

GENOVA. 14 LUG. “A Sinistra” oggi ha inviato al sindaco di Genova Marco Bucci una “lettera aperta” con alcune proposte per il rilancio della città.

”Caro Sindaco – scrivono gli esponenti di A Sinistra – abbiamo perso le elezioni ma il nostro impegno per la città di Genova non si è fermato. Così Genova che osa riparte da Piazza Don Gallo e, con l’evento Prossima Genova, propone al neo eletto Marco Bucci il suo piano per i 100 giorni. Il Sindaco si è detto disponibile ad accogliere le proposte degli avversari per cooperare in maniera costruttiva per la città. Questo è quello che avremmo fatto noi nei primi 100 giorni, da luglio a inizio ottobre, che rappresentano il momento più importante per impostare più grandi scelte di cambiamento.  Si tratta di alcuni provvedimenti immediatamente operativi: AMIU e AMT, sindaco della notte e patto per la musica, opportunità scuola e Genova include tutti. Impulso Genova è un pacchetto di proposte che determina le condizioni per realizzare di più. La speranza è quella che il nostro non sia un appello perso nel vuoto e che il proposito della nuova Giunta di rendere Genova superba, come dichiarato più volte nel corso della campagna elettorale, sia concreto e non un mero circo da politica mediatica”.

OPPORTUNITÀ SCUOLA


La proposta è creare, in collaborazione con gli Istituti scolastici del comune, un sistema di comodato dei libri di scuola. Un prestito gratuito che metta i libri di testo a disposizione di chi ne ha bisogno innescando un circuito virtuoso per cui la platea dei beneficiari aumenta. Attraverso il comodato d’uso possiamo dare subito i libri a 5mila studenti e nel giro di qualche anno si arriverebbe a coprire più di 11mila studenti.

GENOVA INCLUDE TUTTI

Sul modello di città come Roma, Ravenna e Perugia, il Comune può istituire dei rappresentanti aggiunti che rappresentino i genovesi senza cittadinanza. Questi saranno eletti dagli stranieri residenti a Genova da almeno un anno. Andranno così a integrare la composizione del consiglio comunale e dei consigli municipali. I consiglieri aggiunti dovrebbero partecipare alle sedute delle rispettive assemblee con tutti i diritti dei consiglieri, eccetto naturalmente il diritto di voto.

SINDACO DELLA NOTTE & PATTO PER LA MUSICA

La movida è cultura, opportunità, intrattenimento ed è anche un’economia.

L’idea è quella di nominare un Sindaco della Notte, con lo scopo di promuovere l’economia e la qualità della vita nelle ore notturne, ponendosi come mediatore tra i promotori della movida e le esigenze degli abitanti dei quartieri interessati. Si potrebbe inoltre creare un tavolo permanente per favorire la buona movida con la filiera produttiva musicale genovese e i locali che vogliono promuovere musica dal vivo ed eventi culturali.

AMIU & AMT

Il Comune dovrebbe aprire tavoli di rinegoziazione dei contratti di servizio, per adeguarli alle necessità di oggi. Inoltre, queste aziende devono cambiare funzionamento: per AMIU è necessario dare seguito al piano industriale volto a raccolta differenziata ed economia circolare; per AMT è necessario studiare un’evoluzione delle linee e del servizio offerto. Per quanto riguarda AMIU la giunta deve presentare al consiglio diversi piani di fattibilità per la realizzazione degli impianti, in particolare studiando diverse fonti di finanziamento; per AMT può costituire un tavolo di esperti che in tempi rapidi possa disegnare un piano integrato della mobilità in città.

IMPULSO GENOVA

UFFICIO CREATIVITA’: Creare un ufficio per agevolare l’apertura di nuove attività e imprese creative e innovative. Si occuperà di semplificare la burocrazia (permessi e autorizzazioni, assistenza fiscale) di dare servizi e trovare risorse (soluzioni per reperire fondi e finanziamenti da bandi europei e fondazioni private), di mettere in rete le realtà esistenti e quelle nuove che vogliono nascere.

OSSERVATORIO GENOVA: Uno strumento per misurare l’attrattività e la competitività di Genova a confronto con le principali città europee.

MAPPARE GLI SPAZI: Un database digitale e pubblico che indichi per ogni immobile vuoto, pubblico o privato, la collocazione, le condizioni, la destinazione d’uso. Un accordo di programma tra i soggetti più rappresentativi che debbano essere coinvolti nel piano di recupero degli spazi (grandi soggetti pubblici proprietari come FS e UNIGE, associazioni di proprietari immobiliari, di costruttori, imprese creative, start-up) che delinei le modalità per procedere al concreto recupero, il reperimento di fondi da canali differenti, la stesura di una strategia coordinata.

PATTO CON L’UNIVERSITA’: Un patto che coinvolga l’ateneo e i centri di ricerca presenti in città IIT e CNR e le aziende private con alcuni obiettivi specifici compiti precisi, al fine di favorire lo sviluppo di una zona universitaria in città con spazi per studenti e ricercatori, per incubatoi d’imprese e per reperire fondi e finanziamenti.

Richiesta di precisazione del Coordinamento Articolo 1-Mdp nelle persone Angelo Chiaramonte e Andrea Grande.

“Genova A Sinistra è una lista elettorale che si è presentata alle elezioni, di cui Genova che Osa era una delle componenti. Articolo 1 – Mdp ne faceva altresì parte, e non è in nessun modo coinvolta dalla  lettera aperta di cui si parla in questo articolo, quindi i riferimenti a A Sinistra in quanto tale, che siano presenti nel testo inviato da Genova che Osa o che siano di fonte giornalistica, non sono in ogni caso né esatti né corretti”.

28 COMMENTI

    • Pasquale Cuccurullo infatti…Ma siccome gli brucia di aver perso le Comunali…E non essendo riusciti a intimorire il Sindaco con falsi allarmismi di bombe…Ora ci provano con le buone…QUANTO SONO PATETICI…CERCANO DI INFILTRARSI IN TUTTI I MODI…E TIPICO SIA DEL PD CHE DELLA CGIL…CHE…RIESCE AD ESSERE IL SINDACATO delle GRANDI DITTE…AMIU,PAM PANORAMA,IMPRESE DI PULIZIA…E ANCHE MEDICI…E come avrai letto…Cera un dipendente AMIU che ha fatto sapere al Sindaco Bucci che il SINDACATO NON VUOLE FAR LEGGERE I LIBRI CONTABILI PER CONTROLLARLI..Loro sono come i SERPENTI…STRISCIANO…

  1. Questi incapaci che hanno governato Genova per decenni, portandola ad un degrado difficilmente riscontrabile in altre città, hanno ancora la spudoratezza di dare consigli!!! Nn hanno risolto nessun problema ,anzi ne hanno creati degli altri,ma vogliono essere ascoltati (cercano di aprire altre Coop ?) Sono così mentalmente ritardati che nn riescono nemmeno a percepire come la cittadinanza abbia preso le distanze sia dal PD che da RIFONDAZIONE COMUNISTA culla dei peggiori radical chic

  2. Vergognosi, dal dopo guerra a ieri avete governato voi in tutta la Liguria e non solo Genova. 1 per quanto riguarda i libri avete xxx anni di potere e ora vi accorgete? Due sappiamo che vi interessano più i non residenti magari anche se sono clandestini. Non vado oltre perché non voglio nemmeno leggere ciò che scrivete. Fatevi un esame di coscienza se la gente non vi vota più.

  3. Nemmeno l’opposizione queste capre dovrebbero fare se nn cambiando radicalmente il” gregge” L’altra sera ho sentito un intervista fatta ad un certo Avvenente (Se ricordo bene il cognome) uomo del PD ,ma in disaccordo ,che ha detto che una sua proposta (intelligente) di usare i profughi per la pitturazione delle panchine era stata bocciata perché gli addetti avrebbero corso il rischio di rimanere intossicati Questi sono i dementi che fino a ieri hanno governato Genova

  4. Il livore di taluni tifosi del centrodestra fa male al Sindaco Bucci, e non si rendono conto di quanto siano ridicoli con il loro acido e inutile astio. La campagna elettorale è finita, arrenderevi!

  5. Per essere precisi, A SInistra è una lista elettorale che si è presentata alle elezioni, di cui Genova che Osa era una delle componenti. Articolo 1 -Mdp ne faceva altresì parte, e non ha preso parte alla lettera aperta di cui si parla in questo articolo, quindi i riferimenti a A SInistra, che siano presenti nel testo o di fonte giornalistica, non sono corretti.
    Angelo Chiaramonte
    Coordinamento Articolo 1-Mdp Genova

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here