Lei non è più l’erede, s’infuria e ruba i quadri del defunto

0
CONDIVIDI
allarme all'Unicredit
Ha rubato quadri di valore del defunto, dopo che ha scoperto di non essere più l'erede: denunciata pensionata 67enne milanese
Ha rubato quadri di valore del defunto, dopo che ha scoperto di non essere più l’erede: denunciata pensionata 67enne milanese

GENOVA. 1 APR. Quando le hanno detto di non essere la legittima erede, si è infuriata e ha rubato i quadri del defunto. Una pensionata 67enne milanese è stata denunciata dalla polizia per il furto di alcuni dipinti, tre dei quali recuperati. L’indagine “China Painter” è cominciata nel dicembre scorso, a seguito della denuncia sporta da una signora milanese presso il commissariato di Chiavari per un furto presso l’abitazione a Leivi del defunto padre.

I rilievi svolti dalla Scientifica hanno consentito di accertare che non vi erano segni di effrazione e che dalla collezione di dipinti della famiglia, erano state rubate alcune opere di ingente valore, custodite all’interno di un deposito, tra cui un olio su tela del noto pittore astrattista Emilio Scanavino dal titolo “La Carucola” (già precedentemente rubato e da pochi mesi restituito ai proprietari), nonché cinque dipinti del pittore di origine cinese Hsiao Chin e un dipinto del pittore Aldo Mondino.

I primi sospetti si sono focalizzati sulla 67enne, che era stata la compagna del defunto nei suoi ultimi anni di vita, anch’ella appassionata d’arte. la donna era in possesso delle chiavi dell’appartamento e aveva motivi di risentimento, in quanto pensava erroneamente di essere l’erede del defunto, poiché in possesso di una dichiarazione non olografa e quindi priva di valore ai fini testamentari. Dopo la brutta sorpresa, la signora era scomparsa nel nulla e insieme a lei, dopo quasi un mese, era stata constatata anche la sparizione delle tele.

 

Acchiappata a Sesto S. Giovani e denunciata. Rintracciate tre delle tele trafugate a Leivi.

 

LASCIA UN COMMENTO