Home Politica Politica Genova

Legittima difesa, Pd esulta: Consulta boccia legge ligure a favore vittime dei delinquenti

30
CONDIVIDI
Maxi furto in casa a Sestri Ponente (foto d'archivio)

GENOVA. 13 LUG. “La Consulta ha bocciato la legge della Giunta Toti, che prevede che la Regione paghi coi soldi pubblici le spese legali a chi viene accusato di eccesso di legittima difesa”.

Lo hanno annunciato oggi pomeriggio i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita (capogruppo) e Luca Garibaldi (vicecapogruppo).

“Non poteva essere altrimenti – ha detto Paita – visti i palesi profili di incostituzionalità della norma, come il Partito Democratico aveva già evidenziato in commissione e in aula”.


“La maggioranza – ha aggiunto Garibaldi, che è stato anche relatore di minoranza – ha voluto forzare ugualmente le regole e approvare una legge ideologica, pur sapendo che sarebbe stata respinta dalla Consulta. Oltre a essere l’ennesima legge della Giunta Toti a venire bocciata la norma sulla legittima difesa prevedeva anche uno stanziamento di 20 mila euro, che il centrodestra aveva tolto a progetti per la sicurezza urbana ben più concreti. Una figuraccia e un danno per tutti”.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti “in merito alla sentenza della Corte Costituzionale sulla legge regionale 11/2016 relativa al patrocinio legale gratuito a spese della Regione Liguria per le vittime di reato, indagate nell’ambito di procedimenti penali per aver commesso un delitto per eccesso colposo di legittima difesa” stasera ha però ricordato che la norma era stata impugnata dalla Presidenza del Consiglio.

“Dopo aver approvato una legge sulla legittima difesa totalmente inadeguata – ha aggiunto Toti – questo governo è riuscito anche nell’intento di bloccare, impugnandola, la legge di Regione Liguria, che prevedeva l’aiuto a chi si difendeva, vittima di violenza: un capolavoro. Mentre si approva lo Ius Soli e si salvano le banche, chi si difende in casa o nel proprio negozio non ha diritto a essere aiutato dalla Regione. Tutto questo è assurdo e ingiusto!”.

“La decisione di impugnare la legge regionale ligure da parte del Governo – ha inoltre spiegato la vicepresidente della Regione e assessore alla Sicurezza Sonia Viale – è stata una scelta politica. La stessa legge in Lombardia non è stata impugnata ed è vigente. Questo governo è sempre dalla parte di Caino e mai da quella delle vittime. Speriamo vada a casa presto”.

 

 

30 COMMENTI

  1. Tanto per nn farci prendere per il culo incominciamo a sottolineare che la legge presentata da Tonti era palesemente incostituzionale Lui lo sapeva benissimo e ha voluto solamente farsi un po’ di pubblicità Che la Paita ne abbia goduto, anche se il risultato era scontato, può essere Ha così poche opportunità per farlo visto com’è messa che possiamo perdonarla

  2. L handrangheta è da tutte le parti chi crea problemi hai suoi cittadini è non li tutela è già delinquente perché i soldi fanno comodo a tutti.. Poi mettono in campo tutti quelli. Che entrano il gioco è fatto..

  3. I soliti giudici servi del potere . Vergogna non avete un briciolo di dignita”.Ormai abbiamo capito che le sentenze da voi scritte sono il risultato del potere che rappresentate e non della legge che ormai come rappresentanti avete abbandonato.

  4. Premessa: non voto PD. Andiamo oltre alla premessa: tutti quelli chebhanno scritto nel post insulti al PD hanno una vaga idea di cosa sia la Consulta? Per favore mi sanno dimostrare quale relazione ci sia tra il PD e la Consulta? Dati pggettivi alla mano. Perche’ le opinioni sono tutte legittime, di cazzate senza un minimo di conoscenza della materia mi pare se ne leggano un po’ troppe… attendo cortesemente risposte. Nel merito

  5. Luca Salvo: Il ricorso contro la norma della Regione Liguria è stato presentato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. In altre parole, il Governo nazionale del Pd e del centrosinistra è riuscito nell’intento di bloccare una buona legge della giunta Toti e del centrodestra ligure, che avevano sostanzialmente copiato la norma già a suo tempo approvata dalla Regione Lombardia. Infatti, la stessa legge regionale risulta attualmente in vigore nel territorio della Regione Lombardia. Pertanto, se non si trattasse di bassa politica ma di reali profili di incostituzionalità avrebbero già impugnato e bocciato anche quella lombarda. In questo caso, appare quindi evidente che si sia voluto colpire Toti e il “Modello Liguria” del centrodestra. http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioProcedimento/servizi-e-informazioni/cittadini/Sicurezza-e-protezione-civile/Polizia-locale/accesso-patrocinio-legale/accesso-patrocinio-legale

  6. I soliti giudici di sinistra servi dello stesso potere di sinistra….non ho parole….vorrei che gli entrassero in casa loro picchiandoli a sangue violentando moglie e figlie, e poi voglio vedere…. bastardi voi e chi vi ha dato questo potere…..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here