Legge ligure premiata da Camerlengo Confraternite enogastronomiche

0
CONDIVIDI
Confraternite a Loano: primo firmatario legge regionale, Alessandro Piana (Lega), nominato Cavaliere

GENOVA. 26 SET. Più di trenta Confraternite provenienti da Francia, Belgio, Portogallo e tutta Italia, ieri hanno sfilato a Loano in occasione dell’iniziativa dedicata al raduno delle Confraternite enogastronomiche italiane ed europee, promossa dall’Associazione dell’Antico ordine dei cavalieri di Adelasia del Camerlengo Ettore Arposio.

Il capogruppo della Lega Nord Liguria, Alessandro Piana, unico amministratore regionale presente, è stato il primo firmatario della legge per il riconoscimento delle Confraternite enogastronomiche: “Siamo disponibili a collaborare con tutte le altre Regioni italiane perché solo così si può arrivare ad una legge nazionale che riconosca l’importante lavoro di queste istituzioni che valorizzano il territorio”.

“La sfilata che ha attraversato le vie del centro storico e il lungomare – aggiunge Alessandro Piana – è stata molto suggestiva e ha coinvolto l’intera città con musica e colori. Inoltre, la manifestazione ha permesso di riscoprire  le tradizioni locali e i prodotti tipici enogastronomici. Le Confraternite risalgono al Medioevo quando si chiamavano Antiche Corporazioni di Arti e Mestieri. In molti stati europei, come Francia, Spagna, Belgio, Portogallo, Svizzera e Germania, le Confraternite sono riconosciute dallo Stato. Ad aprile scorso, grazie ad una nostra proposta di legge, il consiglio regionale ha approvato all’unanimità il riconoscimento delle Confraternite enogastronomiche. Il provvedimento prevede quindi la costituzione di un Registro regionale”.

 

Per essere iscritte al Registro della Regione Liguria, le Confraternite non devono avere fini di lucro, devono operare da almeno un anno, due terzi delle cariche sociali devono essere elettive e, in caso di scioglimento, il patrimonio non può essere ridistribuito fra i soci. Un’altra condizione, prevista nella legge, è che nello statuto sia sottolineata la finalità di tutelare e valorizzare prodotti agroalimentari e piatti tipici del territorio ligure. Una volta iscritte a questo ‘albo’ le associazioni sono tenute, fra l’altro, a trasmettere alla Regione una relazione annuale sull’attività svolta e su quella in programma e l’amministrazione regionale può comunque effettuare verifiche sulla veridicità delle relazioni.

“Sono onorato – conclude Piana – che in occasione del Capitolo di ieri a Loano, mi sia stata conferita l’onorificenza di Cavaliere. Le Confraternite svolgono un ruolo fondamentale per la conservazione e la diffusione delle tradizioni locali e hanno una ricaduta positiva sul turismo. Ecco perché devono essere tutelate e valorizzate dallo Stato e dalle Regioni”.

 

LASCIA UN COMMENTO