Lega Pro: Tuttocuoio-Savona 3-0, Batosta in Terra Toscana

0
CONDIVIDI
Lo stadio del Savona Bacigalupo
Lo stadio del Savona Bacigalupo
Lo stadio del Savona Bacigalupo

SAVONA 8 NOV. Iniziano le trasferte in terra toscana per il Savona Fbc, chiamato a dare continuità alla splendida vittoria di domenica scorsa contro il Pisa. Mister Riolfo deve rinunciare ancora a Costantini: Cabeccia gioca centrale di centrocampo, in una formazione assolutamente confermata rispetto alla sfida coi neroazzurri di Gattuso. Fra i neroverdi locali, Lucarelli deve rinunciare all’ esperto Colombo.

L’inizio match è molto equlibrato e succede poco o nulla. Come un fulmine a ciel sereno al 23′ il Tuttocuoio passa in vantaggio: assist in profondità di Palumbo per Shekiladze, che fugge da solo verso Falcone e lo batte con un preciso rasoterra.

Il Savona reagisce subito: clamorosa palla gol al 28′: Feola respinge miracolosoamente una conclusione ravvicinata di Cocuzza. Ma un minuto dopo è Tempesti a sprecare una buona palla gol: tiro respinto da Lebran dopo un errore difensivo biancoblù.

 

La partita rimane apertissima: al 38′ il solito Shekiladze colpisce di testa il palo, in un’azione comunque viziata da fuorigioco. E al 41′ Gagliardi salta come birilli cinque avversari, si incunea in area di rigore e calcia verso l’incrocio sul secondo palo: palla fuori di pochissimo.

Il tempo finisce senza recupero.

Inizio di ripresa da incubo per il Savona. Al 5′ Esposito raddoppia con un bel colpo di testa; al 10′ calcio di rigore per i biancoblù (fallo di Colombini sul neo entrato Dell’ Agnello): si incarica del tiro Virdis, ma la conclusione è alta.

Al 20′ altra palla gol per Virdis: tiro a giro sul secondo palo, Feola blocca a terra. Risposta al 23′ del Tuttocuoio: conclusione troppo centrale e frettolosa di Shekiladze: Falcone para.

Piove sul bagnato: Dell’ Agnello al 32′ viene espulso per doppia ammonizione; due minuti dopo Cocuzza fallisce ancora una clamorosa palla gol: solo in area perde il tempo per il tiro, scarta anche il portiere, ma non riesce a concludere in porta per il ritorno di un difensore. E’ un assedio biancoblù, ma la palla non vuole entrare.

Ad un minuto dalla fine c’è il terzo gol dei locali con Paparusso, che ribadisce in rete dopo una respinta di Falcone ed un minuto dopo lo stesso Falcone salva ancora.

Finisce così, con lo stesso punteggio dell’ anno passato e, allo stesso modo, con tante recriminazioni per le incredibili palle gol non concretizzate dai biancoblù. Ma ci sarà subito l’occasione di voltare pagina: mercoledì arriva al “Bacigalupo” l’ Arezzo per l’ultimo recupero di questa prima parte di campionato.

LASCIA UN COMMENTO