Lega Pro: Teramo-Savona 2-1, Biancoblù Opachi in Abruzzo

0
CONDIVIDI
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio

SAVONA 28 SET.  Finalmente si torna a parlare di calcio giocato. Il Savona fa il suo esordio in Lega Pro alla quarta giornata a Teramo: curiosa coincidenza del destino, affronta l’ altra compagine che ancora non è riuscita a scendere in campo.

Mister Riolfo deve rinunciare a Carta e, a centrocampo, opta per Cabeccia centrale in luogo di Costantini, bloccato dalla febbre in settimana. Spazio a Steffè e all’ultimo arrivo Lebran, che gioca in difesa col recuperato Rossini. Nel Teramo non ci sono Caidi e Perrotta (in difesa maglia da titolare per l’ex di turno, Altobello), mentre recupera a centrocampo Amadio. Moreo e Le Noci, appena acquistati, partono dalla panchina.

Parte forte il Teramo che al 9′ è già in vantaggio. Grande azione di Petrella sulla destra, cross dalla linea di fondo per Da Silva e gol di testa.

 

Il Savona ha il merito di non disunirsi. Al 24′ Rossini di testa su punizione di Gagliardi manda a lato; poi, dopo una conclusione di Petrella altissima, a 26′ splendido cross di Vannucci dalla sinistra ed inserimento puntuale di Steffè sul secondo palo: gol al volo. Da applausi.

La partita si mantiene apertissima. Quando i biancoblù sembrano in crescita, al 39′ sugli sviluppi del primo corner a favore dei padroni di casa, imperioso stacco di testa di Altobello, che batte imparabilmente Falcone. Beffardo gol dell’ex…

Inizia piovere e il tempo si conclude con grande agonismo in campo, ma senza ulteriori emozioni.

Inizia la ripresa ed è Virdis  al 7′ a creare il primo pericolo: stop e conclusione alta dopo assist di Cabeccia.

Succede poco a nulla. Riolfo si gioca anche la carta Cocuzza per un Savona a trazione anteriore: 3-4-3. La mossa non sortisce però effetti e i biancoblù non riescono a rendersi pericolosi. Anzi chiudono in dieci per la doppia ammonizione comminata a Rossini nel secondo minuto di recupero.

Il Savona inizia così con una sconfitta contro un Teramo apparsa squadra quadrata e, potenzialmente, estremamente competitiva per il prosieguo del torneo. Spiace per il gol subito nel momento migliore dei biancoblù, dopo il bel gol del pareggio di Steffè. Anche perchè, complessivamente, Falcone non ha poi dovuto effettuare interventi di rilievo.

Ora è già tempo di voltar pagina. Mercoledì sera (ore 20,30) arriva al “Bacigalupo” il Pontedera nel primo dei tre recuperi che i ragazzi di Riolfo dovranno giocare. Un match che si preannuncia equilibrato e molto interessante

LASCIA UN COMMENTO