Lega Pro: Savona-Prato 1-0, Virdis Lancia la Rincorsa Salvezza

0
CONDIVIDI
Lo stadio del Savona Bacigalupo
Lo stadio del Savona Bacigalupo
Lo stadio del Savona Bacigalupo

SAVONA 10 GEN.  Savona in campo contro il Prato, col lutto al braccio per la tragica scomparsa dell’ Avv. Colantuoni. Match di grande importanza, con Riolfo che dà subito fiducia al nuovo acquisto Rondanini, ex Milan, che giocherà a destra nel reparto difensivo. Sono out Carta e Costantini: giocano l’ex Tassi e Steffè, con Corticchia, non al meglio, in panchina. Falcone, pur influenzato, è regolarmente al suo posto fra i pali. Nel Prato, l’altro ex, Eguelfi, non è fra i titolari.

Inizio partita combattutissimo. Più pericoloso il Prato all’inizio, soprattutto con una conclusione di Ghidotti dal limite deviata fuori di poco, poi al 10′ Cabeccia di testa su azione di corner indirizza a rete, con la difesa ospite che fortuitamente respinge.

Al 17′ Cocuzza si libera per tirare, ma cade in area: sembra rigore, ma arriva solo un’ammonizione per proteste. Un minuto dopo va alla conclusione Capello, Falcone salva di piede.

 

Il Prato gioca bene ed è sempre pericoloso, il Savona riparte in contropiede. In uno di questi al 28′ Vannucci crossa per Virdis, stop e girata, Rossi para con difficoltà.

Dopo un minuto di recupeo finisce un primo tempo godibile ed equilibrato.

La ripresa si apre con una bella girata di Ogunseye, fuori di poco, dopo un solo minuto.

SAVONA-PRATO 1-0

Rete: 32′ s.t. Virdis (rig.)

Savona: Falcone, Antonelli, Vannucci, Cabeccia, Lebran, Rondanini, Steffè, Tassi, Cocuzza, Gagliardi (28′ s.t. Dell’ Agnello), Virdis. A disp.: Cincilla, Pinton, Negro, Romney, Clematis, Boggian, Corticchia, Bonavia; all. Riolfo

Prato: Rossi, Grifoni, Benucci (40′ s.t. Corvesi), Cavagna, Ghinassi, Ghidotti, Knudsen, Serrotti (20′ s.t. Gaiola), Capello, Gabbianelli (20′ s.t. Moncini), Ogunseye. A disp.: Bardini, Cela, Formato, Gomes, Kouame, Boni, Eguelfi; all. Di Petrillo

Arbitro: Annaloro di Collegno (assistenti: Pacifico di Taranto e Avalos di Legnano)

Note: espilsi 34′ s.t. Cocuzza per doppia ammonizione, 45′ s.t. Tassi e Riolfo per proteste. Ammoniti 15′ p.t. Steffè per gioco falloso, 17′ p.t. Cocuzza per proteste, 27′ p.t. Antonelli per gioco falloso, 30′ Serrotti per c.n.r., 45′ p.t. Knudsen per c.n.r.; 34′ s.t. Cocuzza per gioco falloso, 37′ s.t. Dell’ Agnello per gioco falloso, 39′ s.t. Cabeccia e Benucci per reciproche scotterrezze. Tiri in porta: 3-3; tiri fuori: 5-4. Calci d’angolo: 2-10. Fuorigioco: 4-1. Spettatori: 440 (incasso: 1.619 euro). Recupero: 1′ e 4′

Succede poco fino al 21′ quando Rondanini calcia al volo una corte respinta della difesa, ma strozza troppo il pallone e la conclusione finisce a lato.

Il campo si fa pesante per la copiosa pioggia, i ritmi scendono. Riolfo prova la carta Dell’ Agnello al posto di Gagliardi: si passa al 3-4-3. Propio Dell’ Agnello al 32′ si procura un rigore, abbattuto in pena area dopo aver ricevuto palla da Cocuzza. Sul dischetto va Virdis, che non fallisce: 1-0 e dedica al figlio appena nato con il dito in bocca.

Subito dopo il Savona rimane in dieci per l’espulsione di Cocuzza (doppia ammonizione, la seconda per un fallo a centrocampo).

Gli animi si surriscaldano e fioccano gli ammoniti.

Finale incandescente: al 45′ rigore apparentemente inesistente per il Prato, tutto il Savona protesta, Tassi e mister Riolfo vemgono mandati negli spogliatoi prima del tempo.

Sul dischetto si presenta Capello, ma Falcone alza la gamba e para.

Finisce nel tripudio dei biancoblù. Tre punti soffertissimi, che rilanciano le ambizioni di salvezza

 

LASCIA UN COMMENTO