Lega Pro: Pisa-Savona 2-0, Sconfitta con orgoglio sotto la Torre

0
CONDIVIDI
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio

SAVONA 13 MAR.  Sfida dal grande fascino all’ Arena Garibaldi, dedicata all’indimenticabile Romeo Anconetani tra Pisa e Savona. Qui si è respirato a pieni polmoni il profumo di serie A. Ma in palio per il Savona ci sono anche punti importanti in chiave salvezza.

Mister Riolfo cambia parecchio rispetto alla sfida con l’ Ancona: fuori Rondanini, Lebran e Cocuzza, dentro Placido, Zigrossi e Dell’ Agnello. Nel Pisa, Gattuso deve rinunciare allo squalificato Mannini. Lisuzzo, non al meglio, è solo in panchina.

Savona in campo senza timori riverenziali: dopo dieci secondi va al tiro Palumbo e Bindi deve distendersi per deviare in corner. I biancoblù (oggi in maglia rossa) vanno anche due volte al tiro dalla bandierina nei primi due minuti, senza però esito.

 

Il Pisa risponde con un colpo di testa di Eusepi al 7′ su azione di corner; Falcone si salva in angolo.

Al 20′ il Pisa è in vantaggio. Veloce ripartenza, cross rasoterra dalla destra su cui nessun savonese riesce ad intervenire, Eusepi, appostato sul secondo palo, batte Falcone.

Il Savona, nonostante lo svantaggio, non si disunisce. Al 36′ va al tiro Morra, con un bel diagonale. Bindi blocca a terra.

Al 45′ la palla buona ce l’ha Palumbo, che però non riesce a coordinarsi al meglio dopo un calcio di punizione deviato dalla difesa di casa.

Dopo 3′ finisce un primo tempo in cui il Savona ha tenuto maggiormente il pallino del gioco in mano, senza però concretizzare la maggior mole di gioco. Per contro, nell’unica vera occasione concessa dai biancoblù, il Pisa è passato in vantaggio.

La ripresa si apre con un rigore a favore del Pisa al 3′ per presunto fallo di Bationo su Ricci. Eusepi trasforma dal dischetto.

Pisa ancora pericoloso al 13′: Lulli salva in scivolata, anticipando Varela pronto a mettere in rete.

Al 20′ il Savona crea un’altra palla gol: cross di Vannucci, Cocuzza gira a rete di testa, fuori di un soffio.

Forcing del Savona attorno alla mezz’ora: prima va alla conclusione Morra, Bindi respinge a fatica, a nessun attaccante riesce il tap-in e Bationo viene murato in extremis dalla difesa pisana. Subito dopo conclusione rasoterra di Dell’ Agnello sul primo palo, Bindi devia in corner.

Il meritato gol che riaprirebbe il match non arriva: al 37′ Rondanini cocnlude dalla distanza e la palla scheggia la traversa.

Al 43′ altra clamorosa occasione da rete per il Savona: Rondanini crossa rasoterra al termine di una bella azione corale, Cocuzza non riesce ad impattare bene il pallone e la conclusione è fuori di poco.

All’ultimo dei tre minuti di recupero anche a Zigrossi non riesce la deviazione vincente su un bel cross teso di Lulli.

Finisce così, con un punteggio che non rende minimamente giustizia ad un buon Savona. Pesano una ripartenza concessa nel primo tempo, un rigore che avrebbe potuto tagliare le gambe e tante occasioni da gol non concretizzate.

 

LASCIA UN COMMENTO