Lega Pro: Lupa Roma-Savona 2-1, Ko Pesante nel Lazio

0
CONDIVIDI
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio

SAVONA 7 DIC.  Partita fondamentale per la salvezza per il Savona Fbc, contro la penultima in classifica Lupa Roma, reduce però da tre risultati utili consecutivi. Mister Riolfo non modifica l’impostazione a due punte, nonostante l’assenza dell’ultimo minuto di Virdis, colpito da un grave lutto familiare: dentro Boggian al posto del bomber di Ozieri.

Si inizia dopo un minuto di raccoglimento, col Savona in maglia rossa e col lutto al braccio. Il primo pericolo lo crea la Lupa: all’ 8′ Tajarol si libera bena al tiro dal limite, Cincilla devia in corner.

Al 21′ i padroni di casa vanno in vantaggio al termine di una bella azione corale: la palla corre da D’ Agostino a Cristiano e da questi in profondità per Tajarol, diagonale che batte Cincilla.

 

Al 38′ prima grossa palla gol per il Savona: va alla conclusione Gagliardi al termine di una tambureggiante azione offensiva, Mangiapelo è bravissimo a deviare in corner. E un minuto dopo, altra bella azione dei ragazzi di Riolfo, ma la conclusione di Steffè non impensierisce l’estremo difensore locale.

Dopo 3′ di recupero finisce il primo tempo. Savona sotto di un gol, ma con voglia di reagire allo svantaggio.

La ripresa inizia in salita: dopo 10′ Costantini viene espulso per doppia ammonizione- Al 17′, però, Gagliardi sfiora il gol con una grande conclusione dalla distanza, palla deviata con la punta delle dita da Mangiapelo.

Savona vicinissimo al gol anche al 27′: cross rasoterra di Vannucci, Boggian anticipa tutti sul primo palo, conclusione deviata fuori di un soffio da Pasqualoni.

Tre minuti più tardi arriva il secondo gol della Lupa: Leccese scatta in profondità sul filo del fuorigioco e batte Cincilla con un preciso rasoterra.

Il match, però, non è chiuso: con grande caparbietà al 32′ Cocuzza si infila fra le maglie della retroguardia avversaria e calcia un potente diagonale che Maniapelo non riesce a respingere: 2-1.

C’è una sola squadra in campo: il Savona. A due minuti dalla fine cross teso di Vannucci, colpo di testa a botta sicura di Corticchia, palla alta di un niente.

Finisce con la Lupa pericolosa in contropiede con Cristiano e con una nuova battuta d’arresto del Savona, capace però di rimanere in partita fino all’ultimo secondo nonostante l’inferiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo.

 

LASCIA UN COMMENTO