Lega Pro: Lucchese-Savona 2-0, Sconfitta al Porta Elisa

0
CONDIVIDI
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio

SAVONA 23 NOV.  Scontro salvezza per il Savona Fbc, impegnato a Lucca senza Cocuzza squalificato e Lomolino infortunato. Dell’ Agnello è solo in panchina (esordisce dal primo minuto Romney), assieme al rientrante Carta, tornato a disposizione dopo tre mesi. Nella Lucchese gioca l’ex di turno Bianconi al centro dell’ attacco.

L’inizio è tutto di marca savonese. Dopo 2′ cross dalla sinistra di Vannucci, inserimento di Steffè sul secondo palo, tiro sporco e palla che colpisce la traversa prima di nuscire sul fondo. Dopo altri 2′ è ancora Gagliardi a trovarsi in buona posizione per concludere da centro area, ma il suo tiro è troppo centrale e Di Masi para a terra.

Le squadre si affrontano a viso aperto, senza però creare grossi pericoli fino ad un pirotecnico finale di tempo. Al 41′ Cabeccia calcia benissimo al volo nel cuore dell’area un corner di Costantini, Di Masi fa il miracolo e salva. Al 43′ Lebran rischia l’autogol, deviando verso la propria porta un cross teso di Monacizzo. Al 44′ Bianconi colpisce bene di testa a tu per tu con Falcone, ma l’estremo difensore savonese devia di istinto in corner. Sul susseguente tiro dalla bandierina va alla conclusione Mingazzini dal limite, palla fuori di un soffio.

 

Dopo 2′ di rceupero finisce un bel primo tempo.

Il secondo tempo inizia su ritmi molto più blandi. Per vedere il primo tiro bisogna attendere il 13′: Costantini fa la barba al palo.

Al 18′ clamorosa palla gol per Virdis: assist di Vannucci, stop dell’attaccante e tiro a botta sicura, la palla leggermente deviata da un difensore finisce alta di un soffio.

Al 27′ l’occasionissima è invece per la Lucchese: Fanucchi salta di testa su corner, Falcone respinge come può e Terrani, in scarsa coordinazione, sbaglia il tap-in ad un paio di metri dalla porta.

I toscani spingono alla ricerca del gol del vantaggio. Al 37′ Fanucchi calcia dai venti metri, Falcone non trattiene, sulla palla si avventa il neo entrato Pozzebon che calcia incredibilmente a lato.

E’ il preludio del gol: al 40′ fuga di Ashong sulla sinistra, cross, corta respinta della difesa biancoblù e Monacizzo dal limite calcia imparabilmente a fil di palo.

Riolfo tenta il tutto per tutto e inserisce anche la terza punta Boggian. Al 45′ Virdis va anche in gol, servito da Dell’ Agnello dopo un errore difensivo, ma il guardalinee ravvisa un millimetrico fuorigioco.

Con le squadre lunghissime, prima al 46′ Pozzebon colpisce la traversa con una conclusione dal limite, poi lo stesso Pozzebon al 47′ fugge solo verso Falcone, Negro recupera e lo contiene, intervenendo sul pallone. Non è così per l’arbitro Di Ruberto che fischia rigore e conseguente espulsione. Inutili le proteste biancoblù: Pozzebon trasforma dal dischetto per il 2-0 finale.

Finisce in beffa un match in cui il Savona ha avuto un paio di clamorose palle gol per passare in vantaggio.

 

LASCIA UN COMMENTO