Home Sport Sport Genova

LEGA PRO 1: BOLZANO- V. ENTELLA 1-2, VIRTUS ORA SOLA IN VETTA DELLA LEGA PRO 1

0
CONDIVIDI

marchi_ENTELLAGENOVA 21 OTT. Una partita vietata ai deboli di cuore o comunque sensibili alle emozioni forti. A Bolzano, per 90 minuti, si sono vissute tutte le emozioni possibili partendo dal timore per lo svantaggio immediato, seguendo con grande tensione le occasioni di un avversario motivato, aspettando la giocata giusta per evitare il primo stop, fino ad esultare quasi increduli per un successo tanto insperato quanto pesantissimo e specchio fedele delle caratteristiche di questa squadra edizione 2013/2014.

Tanta umiltà, capacità di soffrire, voglia di non mollare mai e forza trovata chissa dove per ribaltare in pochi minuti un risultato apparso per lunghi minuti invariabile. Questa è stata l’ Entella di oggi, sicuramente non la più bella certamente non spettacolare ma sempre sempre quanto mai determinata e agonisticamente pronta a dare battaglia fino all’ ultimo secondo. Il Druso di Bolzano è uno dei campi meno battuti della Lega Pro se è vero che nelle ultime due stagioni soltanto due squadre lo avevano espugnato. Le condizioni per la partita di oggi erano tutte sfavorevoli all’ Entella che arrivava attesa, temuta e studiata come si fa con una capolista ad affrontare una squadra rinnovata nella guida tecnica e pronta a dimostrare ai propri tifosi che la crisi è superata. L’ inizio di gara è una conferma di tutto ciò. Prina ripropone per la prima volta la stessa squadra, quella che ha sconfitto l’ Albinoleffe ma l’ inizio dei biancorossi di casa è devastante. Grande aggressività, velocità e profondità di manovra e soltanto 8 minuti impiegati per trovare il vantaggio in collaborazione con un indecisione della difesa biancoceleste. Seguono almeno 20 minuti di dominio altoatesino con l’ Entella a sbandare, incapace di costruire una reazione. Il Sud Tirol con Corazza non concretizza due buone occasioni con Paroni protagonista decisivo. Il primo tiro l’ Entella lo effettua alla mezz’ ora con Staiti che si fa spazio e poi calcia di poco a lato. La replica con una punizione di Sarno girata da Rosso alta di poco . Il tempo di altre due mischia davanti a Paroni e si chiude il tempo . Nella ripresa la partenza è la stessa. Vassalloprima e Corazza poi per due volte davanti a Paroni trovano l’ opposizione dell’ estremo chiavarese.Iniziano i cambi Pederzoli non ancora al meglio lascia spazio a Turchetta. Prina risponde con Troiano e Guerra per Volpe e Cecchini. Altri due cambi : Campo lascia spazio a Tagliani mentre Marchi entra a rilevare Pedrelli infortunato. L’ Entella ha in campo 4 punte di ruolo più Sarno ma Moreo si sacrifica nel ruolo di Terzino lasciando in avanti il tridente Marchi, Guerra e Rosso. L’ Entella sbanda ancora ma riesce con i denti a non crollare ricorrendo a tutta la volontà di non lasciare andare questa partita. Trascorrono i minuti il Sud Tirol colpisce un palo con una bella combinazione in verticale Corazza, Dell’ agnello. Quindi ancora Corazza in velocità brucia Di Tacchio e la sua conclusione fa scattare in piedi il Druso ma è un effetto ottico perchè il pallone sfiora anteriormente la rete. Da li in poi il Sud Tirol arretra pericolosamente e l’ Entella lo punisce : Guerra parte da centrocampo chiede e ottiene lo scambio con Rosso quindi scodella un pallone a centro area dove Marchi sovrasta nello stacco Bassoli resta appeso qualche secondo e gira di testa un pallone imprendibile che Micai non può intercettare. Una gioia che si trasforma in lacrime per Mattia che con questo gol scaccia quasi un anno di sofferenze e soprattutto la gioia di essere diventato il papa’ di Leonardo da pochi giorni. L’ inerzia della partita si ribalta. Il Sud Tirol viene oppresso dalla paura l’ Entella improvvisamente si scuote e si fa spavalda grazie all’ esubero di tecnica tra le sue fila. La svolta a due minuti dal 90. Troiano imposta, Staiti fa velo per Sarno che prende palla si incunea tra tre difensori con la palla incollata ai piedi e dentro l’ area calcia morbido superando Micai che tocca ma non abbastanza per evitare il gol con Rosso sul secondo palo pronto ad intervenire. E’ l’ apoteosi per i biancocelesti e per i circa 20 tifosi saliti in Trentino. Nei 4 minuti di recupero il Sud Tirol ci prova con i nervi ma non ottiene altro che qualche mischia davanti ad un sempre attento Paroni. L’ Entella non sbanda più ha gli occhi del cacciatore che non vuole assolutamente mollare la preda rappresentata da 3 punti pesantissimi conquistati con grande sofferenza, che portano in dote il primato solitario in classifica oltre all’ ennesima iniezione di fiducia in un gruppo tanto solido quanto umile e perchè no un pizzico anche fortunato. Sergio Spalla non si nasconde ma non manca di sottolineare lo spirito della squadra : Abbiamo sofferto molto all’ inizio loro erano molto motivati e molto aggressivi, poi abbiamo sistemato un po le cose ma non siamo riusciti ad essere pericolosi. Nel finale avevamo in campo ben 4 punte e con una grande determinazione siamo riusciti a ribaltare il risultato. Abbiamo avuto la bravura e anche la fortuna di non uscire mai dalla partita e alla fine siamo stati premiati. Il primato fa piacere ma è ancora presto, pensiamo ai due prossimi impegni casalinghi che sono una buona opportunità per consolidare la nostra classifica. Mattia Marchi racconta con grande emozione il gol : ho visto Guerra andare al cross e mi sono staccato bene poi ho impattato come volevo e vedere la palla nel sacco è stata una liberazione. Ci tenevo a segnare per dedicare il gol a mia moglie e al mio bimbo nato nei giorni scorsi. Una gioia nella gioia per un ragazzo che ha sempre lavorato con grande serenità anche nei momenti di maggior sconforto riuscendo a ritornare una pedina importante di questa squadra. La prossima sarà una settimana impegnativa per l’ Entella che sarà chiamata mercoledi a Pontedera per la Coppa Italia e domenica a ricevere il Pavia al Comunale per prolungare la vertigine di chi arriva in vetta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here