Lega, Pd e FI: voi fuori da Ufficio di presidenza. M5S: roba da casta

0
CONDIVIDI
Paita a Bruzzone: lei è un pagliaccio, seduta sospesa in consiglio regionale
Il presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone con i suoi due vice Claudio Muzio (FI) e Pippo Rossetti (Pd)
Il presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone (Lega) con i suoi due vice Claudio Muzio (FI) e Pippo Rossetti (Pd)

GENOVA. 29 GIU. Il consiglio regionale della Liguria ieri ha respinto con 25 voti contrari (maggioranza di centro destra, Pd e Rete a
Sinistra) e 6 favorevoli (M5S) la proposta di legge presentata da Alice Salvatore, Marco de Ferrari, Francesco Battistini, Andrea Melis, Gabriele Pisani e Fabio Tosi, che chiedeva di riportare il numero dei componenti dell’Ufficio di presidenza da 3 a 5 membri, attribuendo il secondo vicepresidente e il secondo consigliere segretario (a titolo gratuito) ai consiglieri dei gruppi di minoranza, che attualmente non sono rappresentati nell’Ufficio di presidenza.

“Il Partito Unico si chiude a riccio – ha attaccato la consigliera pentastellata Alice Salvatore – quando il M5S chiede di partecipare ai lavori dell’Ufficio di presidenza a costo zero, dimostrando di avere scarsa dimestichezza col lavoro disinteressato e l’abnegazione.

Accettare la nostra modifica statutaria avrebbe significato riconoscere che le indennità aggiuntive di chi ora siede nell’Ufficio di Presidenza sono un privilegio. Bocciandola ottengono in un colpo solo di salvaguardare i loro privilegi e impedire una discussione democratica.

 

Grave la contrarietà di tutta l’opposizione: c’è chi vuole tutelare la sua posizione privilegiata (il Pd con Rossetti) poiché già siede in Ufficio di Presidenza, dove ha accesso prima del resto del consiglio alle carte che poi saranno discusse e che non condivide con il resto dell’opposizione; e c’è chi forse non vede un ritorno da questa proposta di maggiore partecipazione democratica (Rete Sinistra con Pastorino).

L’ennesimo muro eretto dalla casta ligure, tuttavia, non ci fermerà”.

LASCIA UN COMMENTO