Lega Liguria: a Goro e Gorino famiglie perbene, nostri fratelli

3
CONDIVIDI
Il capogruppo regionale della Lega Nord Liguria Alessandro Piana con il "capitano" Matteo Salvini

GENOVA. 26 OTT. Dopo le proteste delle famiglie di Goro e Gorino, scese in piazza per scongiurare l’arrivo di nuovi immigrati, il Prefetto di Ferrara oggi ha annunciato che l’ipotesi di ospitare dei migranti in quel territorio, non è più in agenda. Massima solidarietà e sostegno ai residenti, è stata espressa anche dalla Lega Nord Liguria.

“Chi si ribella alle imposizioni dall’alto vince – spiega il capogruppo regionale del Carroccio Alessandro Piana – nel ferrarese non ci sono razzisti, ma solo persone perbene che hanno lottato contro la sciagurata politica del governo Renzi, ormai allo sbando su tutto.

I residenti di Goro e Gorino, sono nostre sorelle e fratelli. Anche perché hanno difeso le loro famiglie da insicurezza e degrado.

 

Il prefetto di Ferrara ha capito che, in questi casi, occorre far prevalere il buonsenso perché le prevaricazioni, accompagnate dall’incapacità politica, non sono altro che fonte di ulteriori tensioni e scontri sociali.

Se i cittadini di un Comune non vogliono immigrati sul loro territorio, è giusto e democratico ascoltarli, seguendo le loro più che legittime richieste.

Pertanto, le famiglie di Goro e Gorino sono i nuovi eroi della Resistenza contro la dittatura dell’accoglienza, dietro la quale spesso si nasconde un business di varie cooperative”.

 

3 COMMENTI

  1. Lunedi chi vuole un clandestino da mantenersi vada dal suo sindaco e lo prenoti. Però gliene capita uno che gli ruba….violenta…picchia….non c’è nessuna garanzia e non.si accetta la restituzione.Arrivano già…..usati dagli scafisti sempre più ricchi grazie a questo governo.

LASCIA UN COMMENTO