Home Cronaca Cronaca Mondo

L’ECUADOR CONCEDE ASILO POLITICO AD ASSANGE. LONDRA: “NON LASCERA’ L’AMBASCIATA DA UOMO LIBERO”

0
CONDIVIDI

QUITO. 16 AGO. L’Ecuador ha concesso l’asilo politico a Julian Assange. A confermarlo è stato oggi, alle 13, ora italiana, il ministro degli Esteri di Quito in conferenza stampa.

Secondo il ministro degli Esteri dell’Ecuador Ricardo Patino, il fondatore di Wikileaks rischierebbe “di diventare un perseguitato politico se estradato dalla Gran Bretagna. Poi se dovesse finire negli Usa – non riceverebbe un giusto processo, potrebbe essere processato da tribunali speciali, sottoposto a procedimenti crudeli o degradanti e persino alla pena capitale”.

“L’Ecuador – prosegue, nel suo discorso, il ministro – ha chiesto alla Svezia che Julian Assange non venisse estradato negli Stati Uniti una volta trasferito dalla Gran Bretagna e la Svezia non le ha date”. “Il diritto d’asilo – ha ricordato il ministro – è un diritto umano fondamentale e fa parte del diritto internazionale”.


Per il Foreign Office britannico la decisione dell’Ecuador di concedere ad Assange asilo politico è “deplorevole”. Poi in una dichiarazione si legge: “La Gran Bretagna non permetterà che Julian Assange lasci da uomo libero l’ambasciata dell’Ecuador a Londra”. In precedenza aveva dichiarato : “se riceveremo una richiesta di salvacondotto per Assange in caso di asilo politico, questa richiesta verrà rifiutata in linea con i nostri obblighi legali”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here