Le vie del Barocco fino ad Ottobre

0
CONDIVIDI
Il Festival Internazionale di Musica da Camera Le Vie del Barocco 2015, giunto alla ventiduesima edizione, è partito il 3 settembre e si svolgerà fino al 25 ottobre
Il Festival Internazionale di Musica da Camera Le Vie del Barocco 2015, giunto alla ventiduesima edizione, è partito il 3 settembre e si svolgerà fino al 25 ottobre
Il Festival Internazionale di Musica da Camera Le Vie del Barocco 2015 si svolgerà fino al 25 ottobre

GENOVA. 7 SET. Il Festival Internazionale di Musica da Camera Le Vie del Barocco 2015, giunto alla ventiduesima edizione, è partito il 3 settembre e si svolgerà fino al 25 ottobre.

Il programma ha luogo in tre importanti città della Liguria: Genova, Savona e Chiavari.

L’edizione 2015 vede ancora la presenza due filoni che hanno contraddistinto l’evento fin dalla sua fondazione: la valorizzazione del patrimonio musicale barocco e antico e quella del Classicismo. Sette concerti saranno dedicati interamente alla musica barocca.

 

La voce umana, alla quale storicamente tutti gli strumenti musicali si sono ispirati per imitazione, verrà rappresentata nei più diversi aspetti: si ascolteranno voci femminili di soprano con vocalità “naturale”, tipica del primo Barocco; una voce di baritono versatile in un programma che va dal colto al popolare; una rara voce maschile di sopranista, dotato di una eccezionale ampiezza di registro per affrontare le arie virtuosistiche del grande Barocco di Vivaldi e Haendel; e una voce di soprano lirico.

Anche il violino avrà una presenza significativa, in omaggio alla ripresa a Genova del prestigioso Premio Internazionale Paganini. Il festval ospiterà quest’anno tre rinomati violinisti: Kamilla Schatz (Germania), Hakan Sensoy (Turchia) e Michael Suessmann (Norvegia).

Riguardo al tema del Barocco si evidenziano il concerto con la Suite orchestrale “Le Indie Galanti” di Rameau, in coproduzione con Emilia Romagna Festival, e un concerto con musiche della Collezione musicale Santini (progetto pluriennale in partenariato con MusicaImmagine Roma); mentre per il Classicismo, due concerti saranno dedicati a Beethoven nel quadro di un progetto triennale di esecuzione della sua musica da camera (in collaborazione con la Stagione di S. Torpete).

Tra le multiformi “Vie del Barocco” del Festival da qualche anno è presente anche una via multidisciplinare, con interazione fra arti, linguaggi, stili diversi. Vi rientrano il concerto denominato “Musica maga”, sul potere taumaturgico della musica, con attori, cantanti e strumentisti; e il doppio evento “La via dell’anima”, che propone sia un concerto che la proiezione del film “La rete di Santini” di G. Brintrup.

Altri appuntamenti mescolano linguaggi musicali diversi: il concerto “Orient Express” presenta musiche antiche e moderne arabe, ebree, armene, sefardite; mentre nel concerto “Canzoni alla maniera di…” ci saranno Canzoni di Celentano, Conte, Paoli, Battisti eseguite e variate secondo uno stile di volta in volta barocco, rossiniano, schubertiano e di altri classici.

Per maggiori informazioni:  www.collegiumpromusica.com

Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO