Le Vespe a Genova oggetto di desiderio e di furti

0
CONDIVIDI
Vespe rubate ed abbandonate al Righi
Vespe rubate ed abbandonate al Righi
Vespe rubate ed abbandonate al Righi

GENOVA. 1 FEB. Se Genova per antonomasia è la città delle Vespe, con il maggior numero di mezzi circolante, la città deteniene anche un primato meno edificante, ovvero il maggior numero di furti di tali mezzi.

Forse perché è semplice rubarle, dopo aver rotto il bloccasterzo con un calcio, i ‘topi di vespe’, smontano il rocchetto d’accensione,  fanno velocemente il collegamento con i cavi della messa in moto ed il gioco è fatto.

Ma perché vengono rubate le vespe? Semplicemnte per farci un giro? Perché è facile rubarle? No, molte volte le Vespe vengono rubate per i pezzi di ricambio e non è raro fare un giro sulle alture di Genova, magari al Righi, e di trovarne abbandonate a bordo strada, nelle scarpate o anche dentro a quello che resta dei forti.

 

E’ il caso del ritrovamento fatto sulla strada del Peralto, al Righi, segnalata dal gruppo Facebook ‘Roadactivity Friends’.

In questo caso in bella vista c’è quello che resta di alcune Vespe Piaggio Px, smontate. C’è quella dove è presente solo il telaio, quella senza motore, quella senza sella, quella privata dello sportellino del cassettino, quella senza ammortizzatore ed anche quella senza ruote.

E c’è anche quella grigia, ritrovata, di Simone B., rubata lo scorso 1 Dicembre in zona Darsena vicino alla Facoltà di Economia.

Senz’altro Simone è tra i fortunati a ritrovare il proprio mezzo, che ahimè, ora, dovrà essere ricomposto.

Insomma i pezzi delle vespe fanno gola e molte volte una volta rubate, le Vespe vengono progressivamente smontate in luoghi più o meno ameni. (nella foto: alcune Vespe trovate dentro l’accesso ad un forte sulla strada del Peralto al Righi).

Vespe rubate ed abbandonate al Righi
Vespe rubate ed abbandonate al Righi

 

LASCIA UN COMMENTO