Le ragioni del NO al referendum Renzi: domani Calderoli a Recco

2
CONDIVIDI
Il vice presidente del Senato Roberto Calderoli (Lega Nord)
Il vice presidente del Senato Roberto Calderoli (Lega Nord)
Il vice presidente del Senato Roberto Calderoli (Lega Nord)

GENOVA. 1 SET. Domani alle ore 18, nella sala Polivalente del Comune di Recco, è in programma un incontro pubblico per informare la cittadinanza sulle ragioni del NO al referendum costituzionale. Gli argomenti saranno illustrati dal vice presidente del Senato Roberto Calderoli.

Interverranno l’assessore regionale allo Sviluppo economico e segretario nazionale della Lega Nord Liguria Edoardo Rixi, il vice presidente della giunta regionale e assessore alla Sanità Sonia Viale, il presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone e il consigliere regionale e comunale del Carroccio Franco Senarega.

L’incontro è aperto a tutti e gli esponenti della Lega Nord risponderanno ai quesiti dei partecipanti. L’evento sarà presentato da Matteo Cantile, giornalista di Telenord.

 

«Questa riforma nasce da una congiura di Palazzo – spiega Calderoli – è  figlia di una maggioranza che esiste solo grazie a chi ha tradito il mandato degli elettori e non è quindi titolata a modificare la Costituzione.

Rischia inoltre, di avviare una deriva autoritaria e di introdurre un regime fondato sul Governo del partito unico.

Con questa riforma del Senato non viene abolito il bicameralismo e non si riducono i costi della politica.

Vengono cancellate le autonomie, rafforzando il potere centrale.

Aumentano i conflitti di competenze tra Stato e Regioni e tra Camera e nuovo Senato.

Il popolo viene espropriato della sovranità e ci renderà per sempre schiavi dell’Europa e dei poteri forti».

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO