Home Spettacolo Spettacolo Genova

Le percussioni protagoniste questa sera alla GOG

0
CONDIVIDI
Le percussioni protagoniste questa sera alla GOG

GENOVA. 5 DIC. Questa sera, lunedì 5 dicembre al Teatro Carlo Felice alle ore 21,00 il concerto GOG prevede un omaggio a Bach ad opera delle percussioni.

Uno strano confronto tra ieri ed oggi ad opera di  Simone Rubino, uno dei grandi giovani talenti del panorama musicale internazionale. Il programma/progetto che Rubino presenterà alla GOG si intitola Immortal Bach, in cui l’artista sperimenta in una nuova veste musicale l’opera del genio di Eisenach, facendo “dialogare” i movimenti della Suite n. 3 in do maggiore BWV 1009 per violoncello solo con i lavori di significativi artisti contemporanei quali Carlo Boccadoro e Iannis Xenakis, ispirati, a loro volta, dal Maestro dell’Arte della Fuga. Il risultato è uno straordinario connubio fra antico e moderno, fra tradizione e avanguardia: il tutto sotto il comune denominatore dell’innegabile talento del giovane percussionista torinese, già acclamato protagonista di festival internazionali.

Fin da piccolo Rubino ha utilizzato qualsiasi oggetto trovato in casa, passibile di essere “percosso” per far musica. I genitori hanno cercato di convincerlo a suonare il clarinetto, ma dopo i primi tentativi Simone ha abbandonato lo strumento poiché non lo riteneva abbastanza soddisfacente per realizzare i suoi progetti musicali. Le percussioni, con la molteplicità di strumenti disponibili, gli davano maggiori possibilità di realizzare i suoi sogni.  A 11 anni Simone ha iniziato studi regolari al Conservatorio di Torino. Nel 2012 si è trasferito a Monaco di Baviera per frequentare la classe di Peter Sadlo, con il quale ha suonato spesso anche in pubblico.


Nel settembre 2014 gli è stato assegnato il Primo Premio del Concorso ARD di Monaco di Baviera, ma anche il Premio speciale del pubblico ed il Premio Fratelli Busch. L’anno successivo è la volta del Foerderpreis della Radio Tedesca nell’ambito del Fetival di Brema e nel novembre 2015 il Crédit Suisse Young Artists Award, una iniziative dei Wiener Philhrmoniker, del Wiener Musikverein, del Festival di Lucerba e del Crédit Suisse. A partire dal 2015 la carriera di Simone Rubino esplode con una serie straordinaria di successi. La Frankfurter Allgemeine Zeitung scrive di lui “fulminante Rubino”, “una ventata di vivacità da togliere il fiato”. Il Tagesspiel, dopo il concerto di Berlino,”Sensazionale”, “Un trionfo”.

A settembre Rubino suonerà con i Wiener Philharmoniker al Festival di Lucerna, sarà inoltre ospite del Carnegie Hall a New York, darà concerti in Francia, Austria, Italia, al Palais des Beux Arts di Bruxelles, al Festival di Ingolstadt, ad Amburgo e Baden Baden.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here