Home Cronaca Cronaca Italia

LE MAMME IN LOTTA CONTRO IL DEGRADO DELL?ASILO DI SAN GOTTARDO

0
CONDIVIDI
LE MAMME IN LOTTA CONTRO IL DEGRADO DELL?ASILO DI SAN GOTTARDO

onato: ? come se non esistessimo -parole di Jessica Piaggio, ma lo fa a nome di tutte le altre mamme-. Non tolleriamo pi? che i nostri figli rischino ogni giorno di farsi male in una struttura trascurata, fatiscente e soprattutto insicura”. All?entrata un cancello elettrico, non funzionante e pesantissimo da aprire, d? sul cortile dove ogni giorno i novantadue bambini dai 2 ai 6 anni frequentano l?asilo. “Il terreno in cemento ? pieno di crepe e buchi. Quando un bambino cade bisogna augurarsi che si sia solo sbucciato le ginocchia. Innumerevoli volte abbiamo segnalato il nostro disagio al dirigente addetto alla pubblica sicurezza, tale Cremino Casalgrande, ma lui sostiene di avere le mani legate perch? per l?asilo non ? previsto nessun tipo di manutenzione ordinaria e i fondi disponibili sono stanziati solo per l?acquisto di materiale didattico, tutto il resto spetta al Comune”.
La scuola materna, infatti, ? seguita da tre ?enti? differenti: l?immobile ? di propriet? dell?istituto A.R.T.E., il Comune di Genova ? addetto alla manutenzione e la fornitura didattica ? onere della Direzione statale del complesso. Un’ altra mamma Alessandra Moriggi, ? inferocita, indica i muri fatiscenti dai quali escono pezzi di fil di ferro arrugginito, le panchine instabili, i bordi delle aiuole spoglie che si sgretolano al minimo urto e ancora la presenza sopra al cortile di una grata che raccoglie tutta la sporcizia e i detriti che cadono dal palazzo sovrastante.
La porta d?ingresso dell?asilo ? dotata di un maniglione antipanico, come da legge sulla pubblica sicurezza. Ma non si chiude e il vetro ? venato: ogni volta che i bambini aprono la porta potrebbe cadergli addosso. Nella stessa situazione degradante sono i vetri delle finestre e le finestre stesse sono rotte, come le porte interne; nei bagni, poi, non c?? acqua calda e i gli scarichi dei water perdono. Infine le mamme lamentano la presenza di gatti e animali randagi che entrano indisturbati nel cortile lasciando escrementi e sporcizia, e l?assenza di un semaforo in prossimit? dell?uscita dell?asilo, dove le auto passano ad alta velocit?. Tutto sommato si tratta di richieste pi? che legittime in quanto le mamme desiderano mandare i propri figli all?asilo senza paura, perch?, anche se l’asilo di San Gottardo non ha un nome, non ? affatto un fantasma.
(nella foto: l’entrata del cortile dell’asilo di San Gottardo).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here