Home Cronaca Cronaca Italia

LE BRIGATE ABU HAFS AL-MASRI RIVENDICANO L’ATTENTATO DI IERI A LONDRA

0
CONDIVIDI
LE BRIGATE ABU HAFS AL-MASRI RIVENDICANO L ATTENTATO DI IERI A LONDRA

erd’s Bush, Warren Street e Oval, e su un autobus della linea 26 sulla Hackney Road, dell’east-end di Londra. Per fortuna le bombe non hanno funzionato come dovevano, pare che l’esplosione abbia infatti riguardato solo il detonatore. In ogni caso il capo di Scotland Yard sostiene che gli ordigni erano stati confezionati per uccidere. Tre sembrano dello stesso tipo e della stessa dimensione di quelle del 7 luglio. Ieri c’? stato solo un ferito, alcuni danni materiali e nella citt? ? tornato la paura e il caos. La metropolitana ? stata nuovamente bloccata, con gravi disagi, soprattutto per i lavoratori pendolari. Subito dopo le esplosioni sono state viste alcune persone allontanarsi velocemente con fare sospetto dal luogo e la polizia sta dando la caccia a quattro presunti attentatori.
Ieri subito dopo le esplosioni, unit? anti-terrorismo della polizia londinese hanno fatto irruzione nell’University College Hospital, non distante da una delle stazioni della metropolitana, in quanto sembrava che uno degli attentatori vi si fosse rifugiato.
Inoltre sono stati eseguiti due arresti subito dopo nei pressi di Warren Street, ma nella notte alle ore 23,30, ora di Londra, l’uomo arrestato a Tottenham Court Road ? stato rimesso in libert? senza che contro di lui siano state formulate accuse.
Questa notte su alcuni siti internet usati di solito dagli attentatori, le Brigate Abu Hafs Al-Masri, come per il 7 luglio, hanno assunto la paternit? dei nuovi attentati e chiedono nuovamente il ritiro delle truppe straniere dall’Iraq: “Questo nuovo colpo nel profondo della capitale miscredente britannica non ? stato altro che un nuovo messaggio per tutti i governi europei. Esso dice che non ci calmeremo e non staremo zitti prima che voi facciate uscire tutti i soldati miscredenti dalla terra irachena. E’ un ammonimento a tutti coloro che sono dietro alla politica del capo principale del terrorismo nel mondo e capo dei paesi miscredenti, l’America”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here