Lavori Campasso e smarino, Regione: cumuli non più alti di 6 metri

0
CONDIVIDI
I lavori al Campasso, la Regione impone cumuli non più alti di 6 metri
I lavori al Campasso, la Regione impone cumuli non più alti di 6 metri
I lavori al Campasso, la Regione impone cumuli non più alti di 6 metri

GENOVA. 14 MAG. La giunta regionale ieri ha approvato una delibera in cui chiarisce la competenza del Comune di Genova sul rilascio dell’autorizzazione dell’impatto acustico, raccomandando di realizzare tutte le azioni di mitigazione necessarie.

Al contempo, Arpal effettuerà un monitoraggio costante, ante e post operam, delle emissioni in aria (Pm10 e PTS) predisponendo un piano di intervento in caso di superamento dei limiti previsti, così da tutelare la salute dei cittadini residenti.

La delibera sancisce anche che il materiale da frantumare debba essere completamente privo di amianto e impone la riduzione dei cumuli di materiale oggi presenti di fronte alle case che non dovranno superare l’altezza massima di sei metri dal piano strada.

 

“L’attenzione della Giunta e del mio assessorato in particolare sui lavori per il nodo ferroviario e in particolare sulla situazione del Campasso – ha spiegato l’assessore Giampedrone – è sempre stata altissima. Siamo intervenuti per ridurre i disagi dei residenti, imponendo dei limiti di altezza per i cumuli di materiale. Al contempo, abbiamo stabilito in delibera di implementare ulteriormente i monitoraggi già in corso da parte dei tecnici di Arpal, già attivi in quell’area insieme agli esperti della Asl che, sotto il profilo dell’eventuale presenza di polveri di amianto, effettuano tutti i rilevamenti necessari garantendo l’assenza di pericoli per la popolazione”.

 

LASCIA UN COMMENTO