Lavagnola, Cani lasciati liberi alla foce Letimbro, gattino morto

8
CONDIVIDI
Lavagnola, Cani lasciati liberi alla foce Letimbro, gattino morto
Lavagnola, Cani lasciati liberi alla foce Letimbro, gattino morto
Lavagnola, Cani lasciati liberi alla foce Letimbro, gattino morto

SAVONA. 9 AGO. A Savona da alcuni giorni qualcuno lascia due vivaci cani da caccia, uno bianco e nero, l’altro bianco e rosso, scorrazzare liberi nel greto del torrente Letimbro a Lavagnola, all’altezza del ponte di San Martino, pericolosamente vicino all’oasi felina dove vivono diversi gatti e che è protetta da specifica legge regionale.

E nei giorni scorsi i due cani hanno assalito un giovane gattino, giocando con il suo corpo come una palla e sbattendolo tra le pietre fino ad ucciderlo.

Del fatto sono stati informati i vigili urbani, mentre le guardie zoofile della Protezione Animali stanno svolgendo accertamenti per identificare e denunciare il colpevole, che rischia una pesante  sanzione penale; chi avesse informazioni utili può fornirle alla Polizia Municipale, o  all’ENPA in via Cavour 48 r (019 824735, da lunedì a sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19).

 

E’ pur vero che le zone riservate ai cani sono sempre poche e l’ENPA ha scritto nei giorni scorsi alla neo sindaca per segnalare la criticità e proporre la creazione di una nuova area proprio non lontana da dove si sono svolti i fatti; ciò non giustifica però in alcun modo chi lascia vagare cani che possano arrecare danni a persone ed animali.

8 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO